Nuova Jeep Wrangler 4xe: il 4x4 diventa elettrico

Grazie alla tecnologia 4xe può viaggiare a quattro ruote motrici in modalità 100% elettrica e con 380 CV di potenza massima combinata e una coppia massima di 637 Nm garantisce nuovi livelli di performance in off-road...

1/22

Dopo la Renegade, arriva la Jeep Wrangler4xe: più potente, efficiente, sostenibile e tecnicamente avanzata la nuova Jeep Wrangler 4xe è pensata sia per un uso quotidiano in città, sia per affrontare senza timore anche i tracciati off-road più impegnativi.

Il modello offre un sistema di propulsione ibrido plug-in che consente l’opzione di guida in modalità full-electric a zero emissioni e un’autonomia dichiarata che può superare i 50 km nel ciclo urbano.

Non solo, grazie alla tecnologia 4xe può viaggiare a quattro ruote motrici in modalità 100% elettrica, con 380 CV di potenza massima combinata e una coppia massima di 637 Nm garantisce nuovi livelli di performance off-road in totale sicurezza.

La Wrangler 4xe plug-in hybrid è dotata di due motogeneratori elettrici, un pacco batteria ad alta tensione, un motore turbocompresso a benzina da 2,0 litri high-tech e la collaudata trasmissione automatica TorqueFlite a otto marce.

Tutto ciò mantenendo la dotazione tecnica ‘Trail Rated’ della Wrangler che, a seconda degli allestimenti, prevede due avanzati sistemi di trazione integrale full time active on demand - Selec-Trac o Rock-Trac, assali Dana next-generation, bloccaggi elettrici dei differenziali anteriore e posteriore Tru-Lock, differenziale a slittamento limitato Trac-Lok e barra stabilizzatrice anteriore a scollegamento elettrico.

Questa architettura ottimizza l’efficienza dei componenti del sistema di propulsione ibrido e li abbina al collaudato sistema di trasmissione della Wrangler, consentendo all’icona Jeep di erogare complessivamente 380 CV (280 kW) di potenza massima combinata e 637 Nm di coppia. L’architettura comprende:

  • Il motore a combustione interna, turbocompresso I-4 quattro cilindri a benzina da 2,0 litri
  • Un primo motogeneratore collegato al motore a combustione interna che, oltre a funzionare in sinergia con esso, può all’occorrenza agire da generatore ad alta tensione
  • Un secondo motogeneratore montato sulla trasmissione e integrato nel cambio automatico a otto marce TorqueFlite (ZF 8P75PH) che genera la forza di trazione e recupera energia in frenata
  • Il pacco batteria agli ioni di litio (nichel-manganese-cobalto) da 96 celle, 17 kWh e 400 volt

TECNICA

Il motore turbocompresso I-4 da 2,0 litri appartiene alla famiglia di motori Global Medium Engine del Gruppo Stellantis. Si tratta di un avanzato propulsore benzina a iniezione diretta dotato di turbocompressore Twin Scroll a inerzia ridotta montato direttamente sulla testata, circuito di raffreddamento dedicato per il turbocompressore, sistema di aspirazione e corpo farfallato. Una combinazione di tecnologie che migliora la risposta, e assicura prestazioni ed efficienza nei consumi.

Il primo motogeneratore ad alta tensione raffreddato ad acqua è posto sulla parte anteriore del motore, in sostituzione dell’alternatore tradizionale. E' collegato attraverso una robusta cinghia alla puleggia dell'albero motore e oltre ad erogare coppia aggiuntiva per alimentare il motore a combustione, gestisce il funzionamento del sistema start-stop, generando al contempo l’elettricità da convogliare nel pacco batteria. La Wrangler 4xe non presenta un convenzionale motorino d’avviamento da 12 volt ma è dotato di una batteria da 12 volt per alimentare gli accessori.

Il secondo motogeneratore è posto sulla parte anteriore della scatola del cambio, e sostituisce il tradizionale convertitore di coppia della trasmissione automatica. E’ quindi integrato nella trasmissione automatica a otto marce TorqueFlite.

Due frizioni gestiscono la potenza e la coppia erogate dall’unità elettrica e dal motore a benzina. La prima frizione è situata tra le due unità. Quando è aperta consente alla Wrangler 4xe di viaggiare unicamente in modalità full electric poiché manca il collegamento meccanico tra motore elettrico e termico.

Quando è chiusa, il motore termico da 2,0 litri e l’unità elettrica si combinano e forniscono coppia alla trasmissione automatica. Una seconda frizione variabile è montata dietro al motore elettrico e gestisce l’interazione con la trasmissione a beneficio della guidabilità e dell’efficienza.

Il pacco batterie agli ioni di litio da 96 celle, 17 kWh e 400 volt sfrutta la chimica nichel manganese cobalto (NMC)/grafite. Si trova insieme ai dispositivi di controllo sotto i sedili posteriori, al riparo dagli agenti esterni. Ciò ha comportato la necessità di ridisegnare i sedili della seconda fila della Wrangler 4xe, per consentire di ribaltare in avanti la copertura, e facilitare l’accesso alla batteria.

Racchiuso in un alloggiamento di alluminio, il pacco batteria dispone di circuiti di riscaldamento e di raffreddamento dedicati, che consentono di mantenere la batteria a temperature ottimali a vantaggio delle prestazioni. Il sistema ibrido della Wrangler 4xe comprende un modulo IDCM (Integrated Dual Charging Module), che combina un sistema di ricarica della batteria e un convertitore DC/DC in un’unica unità più compatta rispetto ai due componenti separati. Il sistema ibrido include anche un inverter di potenza (PIM) di nuova generazione dalle dimensioni ridotte, alloggiato all’interno del pacco batteria, anch’esso protetto da eventuali danneggiamenti.

Tutti i componenti e i sistemi elettronici ad alta tensione, compresi i cablaggi tra pacco batterie e motori elettrici, sono sigillati e impermeabili tanto che come tutte le Jeep Wrangler con badge ‘Trail Rated’, anche la 4xe vanta una capacità di guado fino a 76 cm.

L' allocazione del gruppo batterie sotto la seconda fila di sedili ha consentito di mantenere la stessa capacità del bagagliaio nella configurazione con sedili in posizione eretta - di 533 litri - delle versioni con motore termico.

Significativo anche il miglioramento anche delle prestazioni su strada con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 6,4 secondi. Per quanto riguarda la batteria, occorrono meno di 3 ore per una ricarica completa. Ricaricare la nuova Jeep Wrangler 4xe è piuttosto semplice, grazie a specifiche soluzioni di ricarica pubblica e domestica con easyWallbox – in meno di tre ore a 7,4 kWh – offerte da Free2Move eSolutions (joint venture tra Stellantis – attraverso la sua società FCA Italy SpA – ed Engie EPS) e da Mopar.

La dotazione di serie comprende il sistema UconnectTM NAV da 8,4” con touchscreen, una connettività completa grazie all'integrazione smartphone con Apple CarPlay e Android Auto e alla presenza dei Uconnect Services (con cui sarà possibile monitorare i parametri della propria Wrangler 4xe tramite l'app My Uconnect), il nuovo display TFT da 7 pollici specifico delle versioni 4xe con informazioni sul livello di carica della batteria e autonomia (in modalità elettrica e ibrida), e l’impianto audio Alpine a nove altoparlanti con subwoofer da 552W.

E sul fronte della sicurezza, la nuova Wrangler 4xe prevede i più avanzati sistemi ADAS disponibili. La dotazione di serie prevede Blind-spot Monitoring con Rear Cross Path Detection, la telecamera posteriore, il controllo elettronico della stabilità (ESC) con sistema antiribaltamento ERM (Electronic Roll Mitigation), park assist anteriore e posteriore e sistema Keyless Enter 'N Go™. A richiesta sono disponibili Adaptive Cruise Control, Forward Collision Warning Plus e nuova telecamera frontale (di serie sull’allestimento Rubicon).

Negli allestimenti Sahara, Rubicon e 80° anniversario, la nuova Jeep Wrangler 4xe sarà disponibile nelle concessionarie Jeep dei principali Paesi europei nel mese di giugno e sarà accessibile tramite innovative soluzioni di noleggio Leasys e finanziamento FCA Bank.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA