a cura di Redazione Automobilismo - 16 luglio 2019

Inquinamento: servirà a produrre grafene?

Grazie alla CO2 un team di ricercatori tedeschi è stato in grado di riprodurre il grafene. Potrebbe essere una soluzione alle emissioni che attanagliano le nostre città?

1/4

Un team di scienziati del KIT (Karlsruhe Institute of Technology) è riuscito a trasformare il diossido di carbonio in grafene, un materiale ancora più leggero della fibra di carbonio, con un metodo alternativo che si sostituisce alla tecnica del CVD (chemical vapor deposition) attualmente utilizzata. Questo nuovo metodo sfrutterà la CO2 come fonte di carbonio e la andrà a miscelare con idrogeno a pressione atmosferica e altissime temperature (1000°C circa). Per far funzionare la reazione serve però un catalizzatore fatto di rame e palladio. Oltre a produrre il prezioso e caratteristico materiale, questa scoperta potrebbe aiutarci a contrastare l’inquinamento che attanaglia le nostre città. Riassorbendo, infatti, l’inquinamento già emesso nell’aria, si può produrre il grafene, abbattendo di conseguenza le sostanze nocive disperse in atmosfera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News