a cura di Redazione Automobilismo - 04 febbraio 2020

Inquinamento Milano: caldaie a gasolio bandite dal 2023?

Il Sindaco Beppe Sala punta a eliminarle dal capoluogo lombardo entro il 2023, forte del prossimo Piano Aria che la città meneghina approverà.

1/5

Dopo i continui blocchi del traffico, le domeniche ecologiche e l’interminabile demonizzazione delle motorizzazioni diesel anche di ultima generazione, purtroppo le colonnine, che misurano il livello di inquinamento che respiriamo nelle nostre città, stanno continuando a segnare valori oltre i limiti consentiti e spesso anche maggiori di quelli rilevati prima degli interventi. Molte più persone però, sopratutto tra i cittadini e gli automobilisti più vessati da questi continui blocchi e limitazioni alla propria libertà, stanno facendo notare come il vero problema o meglio l’unico problema non sia il trasporto ma i sistemi di riscaldamento domestici e industriali. Per questo lo stesso Sindaco Beppe Sala si è espresso in merito ai riscaldamenti, affermando di voler dichiarare fuorilegge le caldaie a gasolio entro il 2023. “Mi sembra sia totalmente accertato da tutte le analisi che inquinano. Per cui la prossima cosa che proporrò da assessore alla Transizione ambientale, più che da sindaco, in giunta e all’interno del Piano dell’aria che porteremo in Consiglio comunale è di dichiarare fuorilegge le caldaie a gasolio dall’inverno del 2023. In altre parole ci saranno 3 anni di tempo per intervenire. La misura riguarderà il privato e il pubblico.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News