Tornano gli incentivi per le auto elettriche ed ibride plug-in a basse emissioni

Da oggi, mercoledì 27 ottobre è nuovamente possibile prenotare gli incentivi sulle auto elettriche e ibride plug-in a basse emissioni. Il ministero dello Sviluppo economico ha comunicato che sulla fascia di emissioni di anidride carbonica 0-60 g/km sono disponibili 65 milioni di euro...

Da oggi, mercoledì 27 ottobre è nuovamente possibile prenotare gli incentivi sulle auto elettriche e ibride plug-in a basse emissioni. Il ministero dello Sviluppo economico ha comunicato che sulla fascia di emissioni di anidride carbonica 0-60 g/km sono disponibili 65 milioni di euro, che 20 milioni sono destinati ai veicoli commerciali, 10 milioni si aggiungono al fondo sulle auto con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km, vincolato alla rottamazione, e che 5 milioni vanno ad aumentare il fondo destinato a chi acquista auto usate Euro 6 fino a 160 g/km, anch’esso vincolato alla rottamazione di un’auto fino a Euro 5 targata da almeno dieci anni.

I concessionari possono accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni degli incentivi per l'acquisto di veicoli di categoria M1 usati a basse emissioni.

Un breve schema riassuntivo per le auto nuove:

- 0-20 g/km senza rottamazione: bonus di 4.000 euro
- 0-20 g/km con rottamazione (fino a Euro 4): bonus di 6.000 euro
- 21-60 g/km senza rottamazione: bonus di 1.500 euro
- 21-60 g/km con rottamazione (sino a Euro 4): bonus di 2.500 euro
- 61-135 g/km senza rottamazione: 0 euro
- 61-135 g/km con rottamazione (fino a Euro 5): 1.500 euro + 2.000 euro (+Iva) di bonus delle concessionaria

Per quanto riguarda le Auto usate Euro 6 (solo con rottamazione fino a Euro 5)
- 0-60 g/km: bonus di 2.000 euro
- 61-90 g/km: bonus di 1.000 euro
- 91-160 g/km: bonus di 750 euro

Per l'ecobonus automotive, una misura promossa del Mise per offrire contributi per l'acquisto di veicoli a ridotte emissioni e prorogata al 31 dicembre, sono stati stanziati complessivamente - dalla legge di conversione del decreto Sostegni bis - 350 milioni. Una prima tranche del bonus per l'acquisto di auto elettriche o ibride, attivato all'inizio dell'estate si è esaurito a fine agosto, facendo scattare l'allarme dei produttori, secondo i quali l'impatto della fine degli eco-incentivi per auto elettriche e ibride plug-in avrebbe potuto mettere a rischio fino a 40mila mancate immatricolazioni.

Il Mise ad inizio settembre ha comunque riattivato la possibilità di accedere anche ad ulteriori 57 milioni di euro di risorse, prima previsti nel fondo principale dell'ecobonus. Ma anche in questo caso il decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 settembre e il 16 settembre nel pomeriggio le risorse erano già finite, a dimostrazione della forte richiesta di autovetture ecologiche anche a fronte di un'offerta di prodotti che, pur crescendo, rimane sempre limitata.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA