a cura di Redazione Automobilismo - 09 November 2018

Incentivi auto: per il Ministro Costa sono necessari

Secondo il Ministro vi è una reale esigenza di un bonus per rinnovare l’attuale parco circolante in Italia, ormai troppo anziano, inquinanti e poco sicuro, ma servono i fondi necessari all’attuazione.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/3

    Nel corso di un’intervista alla rivista L'Automobile, il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa, ha nuovamente parlato di incentivi per il settore automotive e nella fattispecie di un bonus necessario a rinnovare il parco circolante italiano. Un aiuto da parte del Governo che dovrebbe spingere molti automobilisti a comperare un’auto più nuova, sicura e meno inquinante.

    Servono le coperture

    Il Ministro Sergio Costa ha poi precisato di essere in trattative con il Ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, per la realizzazione di incentivi specifici per la sostituzione delle vetture diesel e benzina dall’Euro 3 cioè di quelle targate non oltre il 2006. Manovra ideale per rinnovare un parco circolante che in Italia è caratterizzato da vetture con una vita media di undici anni. Lo stesso Sergio Costa ha poi proseguito affermando: “Le auto elettriche rappresentano uno dei migliori sostituti alle auto maggiormente inquinanti”. “Il mio Ministero è promotore di accordi con gli altri Ministeri coinvolti per la ricerca di una soluzione ottimale”. “Non è un passo semplice però perché servono i fondi necessari per poterlo attuare”.

    Un cambiamento graduale

    L’idea è quella di puntare quanto prima a una mobilità completamente elettrica anche se per ora non possono rappresentare una valida alternativa alle auto con motore endotermico. Ecco perché in primis il parco circolante va rinnovato con auto più nuove, sicure e pulite e con auto con alimentazioni alternative in attesa di un reale passaggio ad una mobilità a batteria.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime