Il simulatore di guida che costa più di una Bmw M2 Competition

Un simulatore di guida può costare così tanto? Si, se è fatto da Aston Martin, vanta una monoscocca in fibra di carbonio ed è disponibile in soli 150 pezzi.

1/7

La Casa automobilistica di Gaydon ha voluto spingersi un po’ oltre dalla classica progettazione di sportive auto e Suv di fascia alta. E’, infatti, di Aston Martin uno dei simulatori di guida tra i più costosi della storia. Denominato AMR-C01, ha un costo di ben 68.000 euro ed è stato realizzato dalla collaborazione di Aston Martin e la società tecnologica Curv Racing Simulator. Ma come mai un costo così spropositato? Semplice, in primis è di Aston Martin, in secondo luogo vanta una monoscocca completamente in fibra di carbonio per mantenere un peso il più basso possibile, in terza istanza è progettato in tiratura limitata a soli 150 esemplari e in ultima analisi vanta una seduta che è praticamente la stessa della Valkyrie. Come se non bastasse la struttura anteriore dell'AMR-C01 riprende la griglia dell'Aston Martin Racing e il software di gestione dell’intero simulatore di guida per gare online è basato sul software Assetto Corsa per un'esperienza di guida coinvolgente e realistica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News