Redazione Automobilismo - 15 gennaio 2014

Il Nuovo Jeep Cherokee 2014 al Salone di Detroit

Primo Medium SUV con cambio automatico a nove rapporti, il primo con un sistema di disconnessione dell'asse posteriore - una novità assoluta nel segmento...

  al salone internazionale di detroit 2014 il marchio jeep ripresenta  il nuovo jeep® cherokee 2014 dopo l'anteprima mondiale di new york  con l'introduzione del model year 2014, torna a far parte della gamma jeep® disponib

Video, Jeep Cherokee Trail Carver Walkaround

 

 

Sistemi 4x4 Jeep

Il nuovo Jeep Cherokee 2014 offre tre innovativi sistemi di trazione integrale che assicurano capacità 4x4 di riferimento in qualsiasi condizione di utilizzo. Jeep Cherokee è il primo Medium SUV ad offrire il dispositivo di disconnessione dell'asse posteriore: questo sistema è in grado di ridurre le perdite di energia quando non è necessario utilizzare la modalità 4x4, determinando una maggiore efficienza nei consumi. La disconnessione dell'asse posteriore consente di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare quindi la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del guidatore.

Jeep Active Drive I

Disponibile sulle versioni Sport, Latitude e Limited, il sistema Jeep Active Drive I dispone di una unità di trasmissione della potenza (PTU) completamente automatica che assicura un funzionamento continuo a qualsiasi velocità, sia nella modalità a trazione integrale che in quella a due ruote motrici. Il sistema non richiede alcun intervento o feedback da parte del guidatore, provvede alle necessarie azioni correttive e migliora la risposta in condizioni di sovrasterzo e sottosterzo.

Jeep Active Drive II

Disponibile sulle versioni Sport, Latitude e Limited, il sistema Jeep Active Drive II include una PTU a due velocità con gestione della coppia e marce ridotte. Nella modalità 4-Low, il sistema blocca l'asse anteriore e quello posteriore per assicurare maggiore potenza alle basse velocità e capacità nel traino. Il rapporto di riduzione delle marce ridotte di 2,92:1 migliora le prestazioni quando si affrontano tratti in salita oltre ad assicurare un eccellente rapporto finale di riduzione nella guida in fuoristrada estremo. Il nuovo Jeep Cherokee equipaggiato con Jeep Active Drive II offre agli appassionati di avventure off-road un assetto rialzato di un pollice (2,54 cm), un rapporto finale di riduzione pari a 56:1 in abbinamento al motore MultiAir2 Tigershark I-4 da 2,4 litri e pari a 47,8:1 sugli esemplari dotati del nuovo motore V6 Pentastar da 3,2 litri. Ciò garantisce un miglioramento fino al 90 per cento rispetto al modello che sostituisce.

Jeep Active Drive Lock

Il sistema Jeep Active Drive Lock include tutte le caratteristiche del sistema Jeep Active Drive II ma aggiunge il bloccaggio elettronico del differenziale posteriore per assicurare maggior potenza durante la guida a marce ridotte nel fuoristrada estremo. Jeep Active Drive Lock è disponibile di serie sulla versione Trailhawk. Tutti i sistemi 4x4 equipaggiati sul nuovo Jeep Cherokee sono disponibili in abbinamento al sistema di gestione della trazione Selec-Terrain del marchio Jeep, che consente di scegliere tra le modalità per la guida on-road ed off-road quella più adatta ad affrontare una particolare superficie. Cinque sono le modalità disponibili: Auto, Snow, Sport, Sand/Mud e Rock. Grazie all'utilizzo di algoritmi che garantiscono prestazioni ed una capacità di controllo senza uguali, il sistema Selec-Terraincoordina elettronicamente ed ottimizza il funzionamento di 12 diversi parametri della vettura tra cui, il modulo di controllo della trasmissione, il controller elettronico del freno, il controllo elettronico della stabilità (ESC), il controller del cambio, il controller della catena cinematica ed il Selec-Speed Control (Hill-ascent e Hill-descent Control).

Jeep Cherokee Trailhawk: TrailRated

La nuova versione Trailhawk di Jeep Cherokee coniuga le capacità 4x4 del marchio Jeep ad un look aggressivo dal carattere unico per offrire la versione più off-road della gamma Cherokee ed il Medium SUV più capace del segmento. La versione Trailhawk comprende di serie aggressivi angoli di attacco e di uscita, complementi dei fascioni anteriori e posteriori unici nel loro genere, un assetto rialzato di un pollice (2,54 cm), il sistema Jeep Active Drive Lock con bloccaggio del differenziale posteriore, piastre di protezione e caratteristici ganci di traino di colore rosso. Il bloccaggio del differenziale posteriore può essere inserito dal conducente quando si trova in modalità marce ridotte. Il differenziale si blocca automaticamente in altre modalità, come per esempio in quella "Rock", per massimizzare la trazione sulla ruota in grado di garantire la maggiore presa.

Jeep Cherokee Trailhawk vanta un angolo di attacco di 29,8 gradi, un angolo di uscita di 32,1 gradi ed un angolo di dosso di 23,3 gradi. L'altezza da terra in marcia è di 8,7 pollici (22 cm).

Il nuovo Jeep Cherokee Trailhawk 2014 equipaggiato con pacchetto off-road di serie è TrailRated. Il badge "TrailRated" esposto su Jeep Cherokee Trailhawk indica che la vettura è stata progettata per affrontare i percorsi off-road più impegnativi, classificati attraverso cinque categorie: trazione, altezza da terra, manovrabilità, articolazione e capacità di guado.

 

 

Video, 2014 Jeep Cherokee Durability Testing

 

Architettura

L'architettura del gruppo FIAT è stata utilizzata per costruire il nuovo Jeep Cherokee 2014. La comprovata modularità della piattaforma Compact U.S. Wide (CUS-wide) consente infatti di essere adattata per costruire diversimodelli. Ne risultano una maggiore qualità e un'affidabilità migliore, oltre a costi ridotti ed a un minor tempo di sviluppo edassemblaggio. L'architettura su cui è costruito il Cherokee comprende componenti condivisi, modulari e intercambiabili e permette la modularità di passo, carreggiata anteriore e posteriore, sbalzo anteriore, lunghezza e larghezza della vettura. Il contenuto di acciaio altoresistenziale della carrozzeria del nuovo Jeep Cherokee è pari a circa il 65 per cento. Gli acciai stampati a caldo, altoresistenziali e ultra-altoresistenziali sono utilizzati per costruire un'architettura resistente, leggera e solida.

Prestazioni su strada ed efficienza dei consumi

Le perfezionate prestazioni su strada e l'efficienza dei consumi del nuovo Jeep Cherokee sono il risultato del grande impegno da parte degli ingegneri Jeep.

Con la possibilità di scegliere fra due nuove motorizzazioni abbinate al primo cambio automatico a nove rapporti disponibile nel segmento, il nuovo Cherokee assicurapotenza nella guida su strada e consumi ridotti di oltre il 45 per cento rispetto al modello precedente. Con una riduzione dei consumi stimata nel ciclo autostradale fino a 31 miglia per gallone (13,1 km/l) ed un'autonomia con un pieno di benzina di circa 500 miglia(805 km), il nuovo Jeep Cherokee offre un'esperienza di guida senza compromessi.

Il nuovo Jeep Cherokee 2014 monta il cambio automatico a nove rapporti 948TE del gruppo Chrysler. Si tratta del primo impiego in questo segmento di un cambio a nove marce. Il nuovo cambio sarà disponibile di serie su tutti i modelli della nuova gamma Cherokee. Il cambio a nove rapporti offre una serie di vantaggi che i clienti apprezzeranno, tra cui un'aggressiva capacità di ripresa, un'erogazione fluida della potenza alle velocità autostradali ed una riduzione dei consumi rispetto ad un cambio automatico a sei rapporti.

Anche il motore da 2,4 litri MultiAir2 Tigershark I-4 a 16 valvole del gruppo Chrysler è montato di serie sul nuovo Jeep Cherokee 2014. Il Tigershark da 2,4 litri garantisce consumi stimati pari a 31 mpg (13,1 km/l) nel ciclo autostradale, con un miglioramento di oltre il 45 per cento rispetto al modello precedente. A ciò si aggiunge un'autonomia con un solo pieno di benzina pari a circa 500 miglia(805 km). Il MultiAir2 Tigershark I-4 da 2,4 litri eroga 184 (137 kW) CV di potenza e 232 Nm di coppia.

Il sistema elettroidraulico con fasatura variabile delle valvole utilizza una colonna d'olio al posto del tradizionale collegamento meccanico tra albero a camme e valvole di aspirazione. Di conseguenza, assicura un preciso controllo dei cicli di funzionamento delle valvole di aspirazione, riducendo le perdite di pompaggio del motore e aumentando l'efficienza volumetrica.

Oltre a ridurre le emissioni di anidride carbonica, il MultiAir migliora l'economia dei consumi fino al 7,5 per cento, rispetto ai motori con sistemi a valvole convenzionali.

Il 2,4 litri è il terzo motore del gruppo Chrysler con tecnologia MultiAir e presenta il sistema "MultiAir 2" di seconda generazione che migliora ulteriormente il controllo della combustione e l'efficienza dei consumi oltre a ridurre le emissioni.

Il nuovo motore V6 Pentastar da 3,2 litri deriva dal celebrato propulsore V6 Pentastar da 3,6 litri, inserito da Ward's nella classifica dei 10 migliori propulsori per tre anni consecutivi. Il nuovo motore V6 Pentastar da 3,2 litri beneficia delle stesse innovazioni che hanno fatto guadagnare al suo predecessore di cilindrata superiore il plauso dell'intero settore per efficienza, potenza e raffinatezza.

Per il guidatore ciò significa un'esperienza di guida di livello superiore con valori NVH (rumore, vibrazioni e ruvidità) ridotti, un ottimo bilanciamento della maggiore potenza specifica (84,2 CV per litro) ed un miglioramento nei consumi del 30 per cento rispetto al precedente motore V6. Il V6 Pentastar da 3,2 litri eroga 271 CV di potenza e 316 Nm di coppia ed offre una capacità di traino best-in-class nella categoria V6 pari ai 4.500 libbre(2.041 kg).

 

Sospensioni

Il nuovo Medium SUV Jeep Cherokee vanta nuove sospensioni a quattro ruote indipendenti con montanti MacPherson sull'asse anteriore e nuove sospensioni multi-link indipendenti su quello posteriore. Le sospensioni anteriori hanno una corsa di 6,7" (17 cm) e quelle posteriori di 7,8" (19,8 cm) per garantire una migliore articolazione. La culla posteriore isolata, la traversa anteriore in alluminio e la superiore rigidità torsionale assicurano al nuovo Cherokee un comportamento nella guida più morbido e silenzioso ed una elevata maneggevolezza.

Il servosterzo elettronico (EPS) migliora l'efficienza nei consumi e l'agilità del nuovo Jeep Cherokee ed offre un raggio di sterzata pari a circa 36 piedi (10,9 m) sui modelli 4x2, circa 38 piedi (11,5 m) sui modelli 4x4 e circa 39 piedi (11,8 m) sul modello Trailhawk, quello più specifico per l'off-road. Con l'EPS tutta la servoassistenza è fornita da un sistema a motore elettrico invece che da un sistema idraulico di tipo tradizionale. Grazie al funzionamento completamente elettronico, la sterzata del guidatore produce un risultato ottimale a tutte le velocità, con meno rumorosità e più efficienza nei consumi, vista l'assenza di perdite parassite causate dalla pompa del servosterzo.

Jeep Cherokee è prodotto negli Stati Uniti, presso lo stabilimento di assemblaggio del gruppo Chrysler di Toledo (Ohio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime