a cura di Redazione Automobilismo - 06 aprile 2019

Hyundai: benvenuto 1.6 CRDi mild hybrid

Il sistema ibrido leggero a 48 Volt fa capolino anche sul propulsore diesel da 1,6 litri con 136 CV, garantendo una riduzione di consumi ed emissioni nell'ordine del 11%.
1/5
La Casa coreana ha annunciato l'introduzione all'interno della sua gamma di una nuova motorizzazione. Si tratta di un sistema ibrido leggero, cioè mild hybrid a 48 Volt, che va ad aiutare il "piccolo" motore diesel 4 cilindri da 1,6 litri con ben 136 CV. E' la stessa soluzione che equipaggia già la variante 2.0 CRDi della Hyundai Tucson e si caratterizza per un piccolo motore elettrico da 16 CV (chiamato MHSG), alimentato da una batteria da 0,44 kWh a 48V (posizionata sotto il bagagliaio posteriore), che, sostituendo il motorino di avviamento e l'alternatore, funge da motogeneratore aiutando il motore diesel nelle fasi di minor efficienza o di maggiore carico.
Il sistema è, infatti, in grado di aiutare il motore a gasolio nelle ripartenze o nelle fasi di minor efficienza e nello stesso tempo riavvia il motore quando l’auto si ferma al semaforo, contribuendo ad un avviamento più rapido e fluido. Non mancano poi le fasi di rigenerazione, come in rilascio che in decelerazione, che ricaricano la piccola batteria supplementare. Tale batteria è integrata all'interno di una rete elettrica a 48 Volt che affianca quella a 12 Volt destinata alle utenze ed i sistemi di bordo e che dialoga con la rete a 12 Volt tramite il convertitore LDC (Low Voltage DC/DC).
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News