a cura di Redazione Automobilismo - 28 June 2018

Honda CR-V 2018: cosa si nasconde sotto pelle?

La rinnovata SUV giapponese introdurrà non poche migliorie sotto l’aspetto del comfort, della sicurezza, della guidabilità e della trazione.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5

    Il Brand giapponese ha rilasciato alcune foto, un video e soprattutto molte informazioni in merito alla meccanica e alla tecnica che albergherà sotto la carrozzeria della Honda CR-V 2018, la quinta generazione della crossover nipponica che dovremmo vedere nelle concessionarie italiane da ottobre 2018.

    Tutta questione di struttura

    Sotto il profilo tecnico la Honda CR-V 2018 ha fatto un notevole passo in avanti, arrivando a configurarsi come la vettura con “il telaio più resistente e sofisticato di sempre”. Non solo, infatti, in Casa Honda hanno ben pensato non solo di sostituire la piattaforma precedente ma anche di fare un largo uso di materiali avanzati, leggeri ed altamente resistenti così da ridurre il peso, massimizzare il comfort e migliorare l’handling della vettura. La SUV media “dagli occhi a mandorla” adotta ora un’ossatura più rigida, caratterizzata da un 9% di acciai ad altissima resistenza, stampati a caldo per rafforzare le aree più esposte in caso di collisione, e da un 36% di acciai ad alta resistenza. Questi materiali, più evoluti dell'acciaio tradizionale, consentono l’adozione di parti più sottili e leggere pur senza inficiarne la resistenza finale. Come se non bastasse l’intera struttura frontale è stata rivista con l’introduzione di telaietti anteriori in grado di assorbire e deviare verso i lati l’energia in caso di collisione frontale. Non per niente la nuova Honda CR-V 2018 vanta ora una resistenza alla flessione aumentata del 35% e alla torsione aumentata del 25%, a cui si aggiunge una migliore capacità nell’assorbire l'energia liberata in caso di urti, una maggiore precisione di guida e un miglioramento del comfort generale.

    Assetto evoluto

    Migliorando l’intero telaio anche il comparto sospensionistico non poteva non ricevere un upgrade evolutivo. All’anteriore, infatti, la Honda CR-V 2018 adotterà una sospensione MacPherson con braccio ribassato per offrire una più elevata rigidità laterale ed una bassa rigidità longitudinale, al posteriore potrà contare sulla nuova sospensione Multi-link così da offrire una maggiore stabilità nella guida ad alte velocità e un comfort di guida superiore, su tutte e quattro le sospensioni farà affidamento su boccole idrauliche per isolare il telaio dalle vibrazioni e sul piantone dello sterzo beneficerà di un nuovo servosterzo elettrico a doppio pignone con regolazione specifiche sia per la servo assistenza dello sterzo che per il controllo della stabilità AHA, tarato appositamente per le strade e lo stile di guida europei. Chiuderà il cerchio un nuovo sistema di trazione integrale, chiamato Real Time AWD con Intelligent Control System, che sarà in grado di ripartire fino al 60% della coppia verso le ruote posteriori in caso in cui la nuova CR-V si dovesse trovare su strade a bassissima aderenza o in situazioni di emergenza.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime