a cura di Redazione Automobilismo - 30 luglio 2019

Guidare fuori dall’Italia: alcuni piccoli consigli

Qualche nuova legge o qualche controllo di troppo potrebbe rovinarvi le tanto desiderate vacanze. Meglio quindi prestare molta attenzione se si viaggia in auto all’estero.

1/8

Se per queste vacanze vi doveste trovare a guidare fuori dai nostri confini nazionali, allora forse dovreste leggere questi nostri piccoli ma semplici consigli per non incappare in spiacevoli situazioni. E’, infatti, risaputo che anche nei Paesi dell’Unione Europea più vicini ai nostri confini nazionali, non sempre il Codice della Strada, le regole di ordine pubblico, le leggi e le usanze sono le medesime o sono per lo meno simile a quelle in vigore sul nostro territorio. Una volta superati i confini nazioni vi conviene per questo prestare molta attenzione a queste semplici normative così da non rischiare di rimanere “fregati” dal punto di vista legale e fiscale. Nel territorio dei cugini d’Oltralpe per esempio il governo ha autorizzato anche i soggetti privati alla rilevazione delle infrazioni della velocità massima grazie a specifici autovelox privati, installati a bordo di veicoli civetta.

Uomo avvisato, mezzo salvato

In territorio tedesco, se su buona parte della rete autostradale non vi sono limiti di velocità, prestate attenzione perché permangono alcuni tratti in cui il limite di velocità esiste ed è fissato a massimo 120 km/h. Questo limite in caso di caldo eccessivo viene abbassato fino anche a 100 km/h. All’interno dei confini spagnoli, invece, sono stati introdotti ben 12 elicotteri dotati di telecamere che permettono alle Forze dell’Ordine di scovare e sanzionare i guidatori che non rispettano il Codice della Strada. Infine, in Austria meglio prestare attenzione in Tirolo dove i controlli della Polizia sono molto più frequenti di quelli eseguiti in ambito autostradale. Occhio quindi a tutti i limiti di velocità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News