a cura di Redazione Automobilismo - 08 gennaio 2019

Guida autonoma: sicurezza stradale in primis

Negli Usa la prevenzione antighiaccio delle strade verrà fatta grazie ai sensori dei sistemi di guida autonoma.

I sistemi di sicurezza e di ausilio alla guida ora e la connessione tra autoveicoli e la guida autonoma nel recente futuro saranno un valido ausilio per incrementare sempre più la sicurezza lungo le nostre arterie stradale. Se già ora, infatti, i sistemi di sicurezza e di ausilio alla guida stanno funzionando da validi assistenti nella guida di tutti giorni abbattendo soprattutto gli incidenti causati da distrazione, la guida autonoma e la comunicazione tra veicoli e infrastrutture (V2X) permetteranno di attuare una guida più previdente e sicura con un maggiore rispetto delle comuni regole del Codice della Strada e una guida più previdente grazie allo scambio tra veicoli di informazioni inerenti ai pericoli.

Su questa stessa linea è un nuovo progetto, portato avanti negli USA, che prevede lo sfruttamento dei sensori dei sistemi di sicurezza e guida autonoma per la prevenzione e per il trattamento antighiaccio delle strade. Sfruttando le potenzialità dei sistemi Lidar, a Knoxville è iniziata la sperimentazione di un autocarro dotato di attrezzatura spargisale in grado di capire in quale punto dell'asfalto sia necessario spargere la soluzione antighiaccio. Grazie, infatti, ad un'analisi puntuale e in tempo reale dei 50 metri di strada davanti al mezzo, il sistema è in grado di decidere la giusta quantità di prodotto antigelo da spargere sull'asfalto. Questo sistema permetterà una salatura puntuale dell’asfalto così da ridurre la formazione di ghiaccio e il rischio di incidenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News