a cura di Redazione Automobilismo - 30 gennaio 2019

Google Maps: dopo i punti di ricarica ora anche gli autovelox

Con il prossimo aggiornamento la famosa applicazione per la navigazione di Mountain View potrà segnalare anche i limiti di velocità e le postazioni degli autovelox fissi e mobili.
In Italia questa nuova release non è ancora arrivata e per ora non si hanno date certe del rilascio ma ciò che è sicuro è che con il prossimo aggiornamento Google Maps sarà in grado di indicare non solo le colonnine di ricarica per le auto elettriche ma anche i limiti di velocità e tutte le postazioni per il controllo della velocità, cioè gli autovelox fissi e mobili. Una funzionalità che elimina quindi il gap sotto questo punto di vista con tutti quei navigatori, come il diretto concorrente Waze, che già ad oggi permettono di settare un limite massimo di velocità e che segnalano la presenza di autovelox lungo il percorso.
Con questo aggiornamento quindi, durante una navigazione da un punto A a un punto B, troveremo sullo schermo non solo le informazioni sul traffico, sulle cose interessanti da vedere e sulla presenza di colonnine per la ricarica ma anche il limite di velocità vigente in quella strada e la possibile presenza di controlli lungo il percorso effettuato. Google sta infatti sperimentando questa e altre funzioni e avrebbe rilasciato questo aggiornamento già in alcuni paesi come Australia, Regno Unito, Stati Uniti, Danimarca, Brasile, Russia, Canada, Indonesia, India e Messico. In Italia non è però ancora attiva.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News