Goodyear EfficientGrip Performance 2 e Vector 4Seasons Gen-3: l’estivo e l’all season del Piede Alato

Disponibili tra i 14 e i 20 pollici, i due nuovi pneumatici sono pensati tanto per le vetture quanto per Suv e crossover e, grazie a notevoli miglioramenti rispetto ai diretti predecessori, mirano a diventare il punto di riferimento del mercato. Prezzi indicativi tra 75 e 90 euro per la misura 205/55-16.

1/16

Negli ultimi anni se il mercato delle gomme invernali è rimasto pressoché stabile intorno al 26%, quello delle 4 stagioni è, invece, cresciuto, passando dal 6,6 al 19%. Un incremento ottenuto a discapito naturalmente degli pneumatici estivi, che comunque a oggi rappresentano oltre il 50% degli pneumatici del nostro Paese e che insieme agli all season (4 stagioni) formano la fetta maggioritaria del mercato, circa il 74% del volume. Ecco perché, in questo scenario di mercato e proprio a ridosso dello scadere dell’obbligo di pneumatici invernali a bordo vettura, il produttore americano di pneumatici ha pensato bene di presentare due novità all’interno del suo vasto portfolio prodotti: il pneumatico estivo EfficientGrip Performance 2 e il multistagionale Vector 4Seasons Gen-3.

Goodyear EfficientGrip Performance 2

Già a oggi disponibile in 31 taglie ma entro l’anno le misure arriveranno a 56 (da 185/65 R 15 a 225/50 R 18) e con prezzi che per la misura a oggi più diffusa in Italia, la 205/55-R16, si aggirano intorno ai 75 – 80 euro, il nuovo pneumatico estivo EfficientGrip Performance 2 mira non a migliorarsi sotto tutti i punti di vista rispetto al suo predecessore ma anche a confermarsi come il prodotto estivo (HP = High Performance) più performante sul mercato. Per farlo ne sono stati incrementati non solo la durata chilometrica (Mileage Plus) - con un +20% di resa chilometrica rispetto al migliore concorrente e un +50% rispetto al suo predecessore - ma anche la sicurezza e la stabilità in frenata, tanto su bagnato (Wet Braking) quanto su asciutto (Dry Stability Plus). Risultati resi possibili grazie all’utilizzo di un maggior quantitativo di resina all’interno della mescola, che ha permesso di ottenere una più elevata elasticità e flessibilità del battistrada e una minore formazione di fratture che ne causano l’usura, all’impiego di costolature più grandi al centro del battistrada per una maggiore stabilità e impronta a terra e alla realizzazione di una mescola più morbida con tasselli più flessibili e un maggior numero d’intagli per una più efficace eliminazione del velo d’acqua.

Goodyear Vector 4Seasons Gen-3

Disponibile in un maggior numero di taglie, da subito 32 misure ma entro fine anno saranno ben 93 (da 175/65 R 14 a 315/35 R 20) e con prezzi che per la stessa misura, la 205/55-R16, si attestano intorno agli 85 – 90 euro, il nuovo multistagionale Vector 4Seasons Gen-3va anch’egli nella direzione di un miglioramento del suo diretto predecessore per riconfermarsi come punto di riferimento per il mercato. Per raggiungere questo obiettivo e offrire nuovamente un prodotto perfettamente bilanciato, l’azienda statunitense è intervenuta non solo sotto l’aspetto prestazionale, migliorando maneggevolezza su asciutto (Dry handling), performance su bagnato (Acqua Control) e aderenza su neve (Snow Grip), ma anche dal punto di vista della percorrenza chilometrica, della rumorosità e del feeling in curva. Un upgrade ottenuto tramite l’applicazione di una diversa spalla - ora più chiusa, piena e meno seghettata - che ha permesso una superiore percorrenza chilometrica e un migliore appoggio in curva, all’adozione di una struttura interna (spalla + tela) più robusta e rigida per una minore deformazione del battistrada in frenata e in sterzata e una superiore performance su asciutto, all’installazione di costolature centrali più grandi per un superiore rotolamento sull’asciutto e una maggiore stabilità in velocità. Come se non bastasse nella fascia centrale il disegno parallelo, il numero e la direzione quasi parallela rispetto al senso di marcia dei profondi e larghi intagli (scanalature) hanno permesso di ottenere una minore rumorosità al rotolamento e una maggiore dispersione dell’acqua con conseguente superiore resistenza all’acquaplaning. Infine, le lamelle al centro sono state ottimizzate per lavorare al meglio insieme ai morbidi tasselli così da incrementare del 5% anche la tenuta su fondi innevati.

1/2
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime