Garrett: presentata istanza di fallimento

Schiacciata dai debiti a causa del Coronavirus l'azienda americana ha fatto appello al Chapter 11, dichiarando bancarotta.

1/3

L’azienda statunitense specializzata nella produzione di turbocompressori non se la sta passando proprio bene almeno stando alle ultime indiscrezioni circolanti in rete. Sembra proprio, infatti, che la scorsa settimana abbia fatto al Chapter 11, la norma prevista dalla legislazione USA per le società che si trovano in dissesto economico e hanno intenzione di riorganizzarsi. In soldoni la Garrett avrebbe presentato istanza di fallimento, dichiarando bancarotta.

La motivazione che ha spinto un tale colosso a una scelta così importante sembra che vi sia da un lato la lunga e dissanguante causa con l’ex casa madre Honeywell International Inc e dall’altro lato la crisi economico sanitaria scatenata dal Coronavirus. Due cause che hanno portato l’azienda statunitense ad accumulare un ingente debito e che l’hanno costretta a stipulare un accordo “stalking horse” , una pratica finanziaria che può fungere da paracadute nel caso di fallimento di un’azienda, con l’obiettivo di massimizzarne il valore ed evitare offerte troppo basse, con la società di private equity KPS Capital Partners per 2,1 miliardi di dollari e a richiedere un prestito di ben 250 milioni di dollari per continuare nella sua pratica aziendale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News