a cura di Redazione Automobilismo - 27 gennaio 2019

Ford Ranger MY19: più potente ed esclusivo

Con il restyling dice addio al 3.2 litri V6 diesel per dare il benvenuto al nuovo 2.0 litri 4 cilindri Ecoblue, un motore meno assetato ma più prestazionale.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/9

    La Casa dell'Ovale Blu ha svelato l'aggiornamento del suo pick-up 4x4 destinato al mercato europeo. Stiamo parlando della nuova Ford Ranger che nella versione 2019 ha ricevuto numerose migliorie sotto molteplici aspetti. In prima istanza il precedente e robusto motore diesel da 3.2 litri V6 è stato abbandonato per lasciare il posto al nuovo e più compatto motore diesel da 2.0 litri 4 cilindri Ecoblue, una motorizzazione che, a detta della stessa Casa americana, sarà in grado di assicurare non solo più potenza ma sopratutto una migliore efficienza che si traduce in consumi ed emissioni ridotte in tutti i campi di utilizzo.

    Prestazionale ma ecologico

    Il nuovo motore si presenta, infatti, in tre diverse versioni di potenza: una prima da 130 CV, una seconda da 170 CV, entrambe con turbina singola a geometria variabile, e una terza con doppia turbina da ben 213 CV per 500 Nm di coppia massima. Valori che superano persino quelli erogati dal precedente 3.2 litri V6 ma che riescono a garantire consumi nel ciclo medio nell'ordine dei 8,0 l/100 km, 8,3 l/100 km e 9,2 l/100 km rispettivamente. Ad affiancare il nuovo motore un cambio manuale a 6 marce oppure il nuovo cambio automatico a 10 rapporti firmato ZF, già visto su F-150 e sulla Mustang. Immutate naturalmente le straordinarie doti in fuoristrada del pick-up di Dearborn con angolo d'attacco di 29° e 21° di uscita, capacità di guado fino a una profondità massima di 80 cm, capacità di carico di ben 1.252 kg e capacità di traino di addirittura 3.500 kg, l'equivalente di circa 15 roulotte.

    Ora più confortevole

    Ma le novità non si sono fermate all'aspetto meccanico ma hanno interessato anche il contenuto tecnologico e il livello di comfort offerto dal rivisitato pick-up americano. Sul fronte della sicurezza vengono ora offerti di serie il sistema di pre-collision assist con pedestrian detection e il sistema di riconoscimento dei cartelli stradali e dei limiti di velocità. Non mancano naturalmente l'active park assist, il mantenimento attivo della corsia, i sensori di parcheggio, retrocamera e il cruise adattivo. Sotto l'aspetto della tecnologia e del comfort di bordo troviamo il nuovo sistema Sync3 con schermo touch a colori da 8 pollici, i protocolli di connessione Android Auto ed Apple CarPlay, la tecnologia Active Noise Control per la riduzione del rumore a bordo e il sistema Easy-lift Tailgate che rende più pratica la ribaltina posteriore.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime