28 giugno 2012

Fiat GAC, inaugurato il nuovo stabilimento

Il nuovo impianto si estende su una superficie di 730.000 metri quadrati e rientra nell’accordo di joint venture paritetica tra Fiat e GAC,sesto produttore in Cina di vetture. Marchionne ha poi polemicamente commentato la recente sentenza su Pomigliano...

Fiat gac, inaugurato il nuovo stabilimento

Oggi,nello stabilimento GAC Fiat di Changsha, nella provincia cinese di Hunan, si è svolta la cerimonia per inaugurare il nuovo impianto e per celebrare l’avvio produttivo della Fiat Viaggio, il primo modello Fiat prodotto in Cina. Hanno partecipato all’evento Sergio Marchionne, Amministratore Delegato di Fiate Presidente e Amministratore Delegato di Chrysler, Michael Manley, COO del Gruppo per l’area APAC, Zhang Fangyou, Presidente di Guangzhou Automobile Group Corporation (GAC), Jack Cheng, Direttore Generale di GAC Fiat e Jiang Ping, Vice-Direttore Generale di GAC Fiat. Erano inoltre presenti i rappresentanti delle province di Hunan e Guangdong,del governo centrale cinese el’ambasciatore italiano in Cina, Attilio Massimo Iannucci

La nuova berlina tre volumi Viaggio..
Il nuovo impianto adotta gli standard del World Class Manufacturing, la metodologia internazionale di organizzazione del ciclo produttivo comune a tutti gli stabilimenti Fiat e Chrysler per gestire le fabbrichesecondo i migliori standard a livello mondiale. La costruzione del nuovo stabilimento, che si estende su una superficie di 730.000 metri quadrati, rientra nell’accordo di joint venture paritetica tra Fiat e GAC,sesto produttore in Cina di vetture, autobus e veicoli industriali. L’accordo dijoint venture è stato siglato a marzo 2010 con un investimento complessivo di 5 miliardi di renminbi cinesi.

La nuova berlina Viaggio, che in Cina si chiama "Fei Xiang" un nome che evoca il volo, è spinta da un quattro cilindri turbo (1.4L T-jet da 120 e 150 CV). A firmare la linea della Viaggio è stato il Centro Stile della casa torinese lavorando sull'architettura Cusw (Compact US Wide) della Dodge Dart, che a sua volta deriva dalla piattaforma progettata per l'Alfa Romeo Giulietta. L'auto arriverà nei 91 concessionari e 125 saloni in Cina alla fine dell'anno.

Clicca qui e scopri la Fiat Viaggio...

 

La recente sentenza che ha poi obbligato Fiat ad assumere 145 lavoratori nello stabilimento di Pomigliano è stata  definita da Marchionne  «un evento unico che interessa un particolare paese che ha regole particolari che sono folcloristicamente locali».  «Questa legge non esiste in nessuna parte del mondo, da quanto ne so. Focalizzare l'attenzione su questioni locali ignorando il resto è attitudine dannosa», ha aggiunto. La Fiat in tutti i Paesi in cui va è tenuta a rispettare le leggi, lo deve fare anche in Italia», ha commentato le dichiarazioni Giorgio Airaudo, responsabile Auto della Fiom.

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime