a cura di Redazione Automobilismo - 26 settembre 2018

Ferrari: in futuro arriverà il motore V6

In futuro motori V6, V8 ibridi sovralimentati e V12 aspirati per tutti i nuovi modelli della Casa di Maranello. Piacere di guida, niente turbo lag e sempre più prestazioni.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/12

    Durante il Capital Markets Day di Maranello la Casa del Cavallino Rampante ha svelato alcune informazioni veramente importanti riguardo i suoi piani industriali futuri. Prima di tutto è stata confermata la nuova gamma di motori V6 basata su una architettura estremamente innovativa e su componenti radicalmente nuove. In secondo luogo proseguirà lo sviluppo dei motori V8 di 90° sovralimentati e V12 aspirati.

    Ibrido, aspirato e/o turbo

    Se però il V6 non vedrà l’introduzione dell’aiutino dell’elettrico, le unità V8 sovralimentate si arricchiranno della tecnologia ibrida o turbo ibrida di derivazione Ferrari Formula Uno. Un nuovo sistema in grado di abbattere il turbo lag migliorare le accelerazioni e le riprese a bassi regimi. Tutti questi mototir, che saranno ancor più prestazionali di quello attualmente adottato dalla Ferrari LaFerrari, arriveranno a sviluppare circa 400 cavalli per litro di cilindrata eliminando, come già detto, il tanto odiato turbo lag.

    Niente elettrico e guida autonoma

    I vertici di Maranello hanno poi confermato che non verrà prodotta una Ferrari a guida autonoma ma piuttosto Ferrari sempre più sicure e assistite che, grazie ai numerosi ADAS esistenti, non potranno fare altro che accentuare ancor di più le performance e il piacere di guida. Discorso analogo per una Ferrari completamente elettrica: almeno per ora non è nei piani del Cavallino ma per il futuro mai dire mai.

    Sempre più performanti

    La Casa del Cavallino Rampante ha poi chiuso dicendo che tutte le nuove Ferrari potranno contare su un comparto sospensionistico ancor più performante e su sistemi di Drag Reduction (DRS) ispiratI a quello presente sulle monoposto F1. Sul fronte trasmissione non mancheranno le versioni a trazione integrale e si farà affidamento unicamente sul cambio automatico a doppia frizione.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime