a cura di Redazione Automobilismo - 17 settembre 2019

Ferrari: il V12 avrà ancora lunga vita

La Casa di Maranello ha confermato che farà il possibile per salvare dall’estinzione il suo cavallo di battaglia, l’iconico e insostituibile motore V12.

1/5

Stando alle ultime notizie trapelate in rete la Casa di Maranello avrebbe rassicurato i propri appassionati in merito al futuro di uno dei suoi gioielli più importanti. Stiamo parlando del famosissimo motore V12 aspirato che, secondo la stessa Casa del Cavallino, avrà ancora lunga vita e non verrà rimpiazzato o mandano in pensione tanto presto. Questa architettura, che è di fatto uno dei simboli storici della casa di Maranello, verrà continuamente sviluppato, prodotto e, laddove possibile, migliorato. Un esempio ne sono le ultime due vetture presentate: la 812 Superfast e, la sua diretta discendente in versione cabrio, la nuovissima 812 GTS. Ferrari ha poi confermato che in futuro vi saranno altre vetture che potranno fregiarsi di questo fantastico e potente motore, supercar che continueranno a deliziare le orecchie degli appassionati con melodiche sinfonie prodotte dagli scarichi motore.

Qualche complicazione

Il direttore tecnico del Cavallino, Michel Hugo Leiters, in una recente occasione si è così espresso alla stampa: “Combatteremo per questo motore, abbiamo buone idee per il suo sviluppo. Ora abbiamo regolamenti Euro 6, che ci hanno costretto a mettere un filtro antiparticolato sulla GTS ma oltre a questo ci sono anche regolamentazioni sulle emissioni specifici per paesi come gli Stati Uniti e la Cina”. “Un altro problema è il suono, i regolamenti che sono arrivati un anno e mezzo fa sono molto difficili per noi perché non riguardano solo il livello del rumore ma anche il modo in cui questo viene misurato, che ora è molto più rigoroso. Questo è sicuramente qualcosa che dobbiamo considerare come una sfida per il V12 del futuro”. “L’ultima sfida è più interna. Abbiamo raggiunto un livello di potenza specifica che, per un motore ad aspirazione naturale, è enorme. Al momento, nessuno ha bisogno di 800 CV ma tutti lo vogliono, dobbiamo capire come possiamo arricchire il motore e le sue caratteristiche in modo diverso in futuro, ma mostrare ancora progressi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News