di Giorgio Sala - 09 settembre 2019

Ferrari F8 Tributo Spider: evoluzione della scoperta

Assente al Salone di Francoforte 2019, Ferrari fa sentire al mondo la sua presenza con la versione scoperta della F8 Tributo. La Spider dispone di tetto rigido retraibile e pesa solo 20 kg più della 488 Pista in versione cabrio

1/15

1 di 4

La gloriosa dinastia delle Ferrari V8 “en plen air” continua con la F8 Tributo Spider. La versione cabrio della sportiva di Maranello a motore centrale nasce da un progetto separato rispetto a quella coupè, in quanto il tetto rigido ripiegabile è il fulcro di questo nuovo modello. Rispetto alla 488 Pista Spider, la F8 Spider eredita il motore otto cilindri dalla 488 Pista: nonostante le performance simili, la Tributo è decisamente meno estrema ma al contempo più prestazionale della 488 Spider che va a sostituire. Dietro alle spalle degli occupanti rimane l’otto cilindri a V turbo che, incessantemente dal 2016, è considerato “Motore dell’anno”.

1/5

Il propulsore da 3.902 cc posizionato in posizione centrale posteriore permette un bilanciamento ottimale dei pesi anche su questa versione cabrio. Con una potenza/litro di 185 CV/L, la F8 Tributo Spider sprigiona 720 CV a 8.000 giri/min e 770 Nm a 3.250 giri/min. Viene garantita l’assenza di turbo lag proprio come nella 488 che, invece, disponeva di 50 CV in meno. Rispetto alla 488 Pista Spider invece pesa solo 18 kg in più, ma con la stessa potenza: dati che promettono una guida emozionante anche se, la Tributo, sarà decisamente meno estrema della Pista.

1/8

Tutte le Ferrari a tetto aperto guadagnano più fascino rispetto a quelle con il tetto fisso, e la F8 Tributo Spider non è sicuramente da meno. Sportività e design funzionale alle performance aerodinamiche sono concetti cardine della F8. Il tetto rigido ripiegabile in soli 14 secondi, e fino a 45 km/h, apre l’abitacolo della vettura permettendo al conducente di godersi il suono del motore che, in questo caso, è più ricco grazie ai collettori di scarico in Inconel derivati dal 488 Challenge. Anche il layout dello scarico è stato rivisto, adesso è dotato di filtro antiparticolato per andare incontro alle nuove normative in termini di emissioni.

Ferrari è davvero sicura e pronta a scommettere sulla propria affidabilità che prevede una garanzia di 7 anni su tutta la vettura. I controlli sono pianificati ogni 20.000 km oppure ogni anno senza limiti di chilometraggio. Una notizia sicuramente interessante per chi desidera macinare chilometri a bordo di questo gioiello di Maranello.

La F8 Tributo Spider non sarà presente al Salone di Francoforte 2019 ma all’evento Universo Ferrari che è in programma questo mese proprio a Maranello (MO).

1/5
Motore
TipoV8 - 90° - turbo - carter secco
Cilindrata totale3.902 cc
Potenza massima720 cv (530 kW) a 8.000 giri/min
Coppia massima770 Nm @ 3250 giri/min
Potenza specifica185 cv/l
Regime massimo8.000 giri/min
Rapporto di compressione9,6:1
Dimensioni e peso
Lunghezza4.611 mm
Larghezza1.979 mm
Altezza1.206 mm
Passo2.650 mm
Carreggiata anteriore1.677 mm
Carreggiata posteriore1.646 mm
Peso a secco1.400 kg
Distribuzione dei pesi41,5% ant - 58,5% post
Capacità vano baule200 litri (anteriore)
Capacità serbatoio benzina78 litri
Pneumatici
Anteriore245/35 ZR 20 J9,0
Posteriore305/30 ZR 20 J11,0
Freni
Anteriore398 x 223 x 38mm
Posteriore360 x 233 x 32mm
Trasmissione e cambio
CambioF1 a doppia frizione 7 marce
Controlli elettroniciE-Diff3, F1-Trac, ABS/EBD prestazionale con Ferrari PreFill, FrS SCM-E, FDE+, SSC 6.1
Prestazioni

0-100 km/h 2,90 s

0-200 km/h 8,2 s

Velocità massima340 km/h
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime