Statistiche web
10 November 2023

Ferrari F1: una colorazione speciale per il ritorno a Las Vegas

In occasione del GP di Las Vegas, alla classica colorazione rosa della Ferrari SF-3 si aggiungerà il bianco per celebrare con lo stile degli anni Settanta la prima epoca d'oro della F1 in America

Sono trascorsi 41 anni dall’ultima gara che si svolta nella città più grande dello stato del Nevada, quando le monoposto si diedero battaglia su un circuito allestito nel parcheggio del celebre Caesars Palace. Nel 1982 il calendario prevedeva addirittura tre gare negli Stati Uniti, esattamente come quest’anno, a conferma di come la popolarità della categoria negli ultimi anni sia cresciuta in maniera esponenziale. Quest’anno si è aggiunta infatti anche Las Vegas, dove per la prima volta si correrà in notturna, con partenza sabato 18 novembre alle ore 22 locali (7 CET).

La Scuderia Ferrari visse negli anni della prima epoca d’oro della Formula 1 in America alcune delle sue pagine più memorabili, con Niki Lauda, vincitore di due titoli mondiali (1975 e 1977) nonché di un Gran Premio a Watkins nel 1975, ma anche con Clay Regazzoni, primo a Long Beach nel 1976, Carlos Reutemann, re a Watkins Glen 1978, e con Gilles Villeneuve che nel 1979 fece sua sia la corsa di Long Beach che quella di Watkins Glen con la mitica 312 T4. A quei tempi sulla carrozzeria delle Ferrari oltre al rosso c’era molto bianco, che la Scuderia ha deciso di riscoprire in occasione del ritorno a Las Vegas, modificando la livrea della SF-23 rendendola unicamente bianca e rossa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA