a cura di Redazione Automobilismo - 31 maggio 2019

Ecobonus: le Microcar ne hanno diritto

Un emendamento ha esteso gli incentivi anche ai veicoli elettrici a due, tre e quattro ruote di categoria L.

1/9 Microcar

Il Governo vorrebbe estendere i criteri dell’ecobonus anche a tutti i veicoli elettrici come moto, motorini e microbar così da permettere loro di ricevere il tanto utile incentivo all’acquisto di un nuovo mezzo a zero o bassissima emissione. Per farlo però dovrà presentare l’emendamento all’esame delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, cosa che ha fatto nella giornata del 28 maggio 2019, per poi attendere la votazione per il passaggio all’Aula nella prima settimana di giugno e in caso positivo essere poi convertito in legge entro il 29 di giugno.

Microcar

L’emendamento o meglio la proposta del Governo punterebbe ad eliminare la limitazione del limite di 11 kW così da estendere l’ecoincentivo per l’acquisto di veicoli elettrici anche a tutti i veicoli elettrici a due, tre e quattro ruote di categoria L cioè a moto, motorini e microbar (tricicli e quadri cicli) elettrici. Dopo quindi le ultime direttive in materia di Codice della Strada su monopattini, hoverboard, segway e monowhell ecco che il Governo punta a dare un’ulteriore sferzata alla mobilità elettrica e alla micro mobilità urbana a zero emissioni. Lo stesso decreto dovrebbe estendere l’incentivo anche a tutti quei di categoria L fino all’Euro 3 e anche se il mezzo è in nostro possesso o in possesso di un familiare o di un convivente da almeno 12 mesi. Infine, lo stesso emendamento punterebbe ad introdurre anche un fondo di due milioni di euro per l’acquisto di veicoli elettrici per persone con disabilità che potrebbero quindi avvalersi di un buono sconto pari al 18% dell’Iva sul prezzo di acquisto, che verrà versato dall’Inps all’acquirente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News