Dodge Durango SRT Hellcat: l’asticella tocca quota 710 puledri

Un’estetica aggressiva a nascondere un pacchetto meccanico più unico che raro che già solo sulla carta stupirebbe anche il più esperto degli automobilisti.

1/3

La Casa automobilistica americana ha voluto fare le cose in grande. Per non sentirsi inferiore a nessuno ha presentato il nuovo Dodge Durango SRT Hellcat, un Suv dalle prestazioni a dir poco stratosferiche. Spinto, infatti, da un portentoso V8 Hemi da 6.2 litri, il nuovo Suv americano è in grado di scaricare a terra la bellezza di 710 Cv e 645 Nm di coppia massima. Numeri che lo classificano come il Suv di serie attualmente più potente al mondo e che sarebbero in grado di far impallidire vicini, parenti e congiunti, nessuno escluso.

Forte di una silhouette particolarmente appariscente ed ingigantita – in questa versione non passano, infatti, inosservati la nuova griglia, lo spoiler posteriore, le inedite ruote, i rinnovati fari a led e il moderno frontale – adotta sotto la carrozzeria la trazione integrale e un cambio automatico che, coadiuvati dal mastodontico motore, permettono all’inarrestabile Suv di archiviare la pratica dello 0-100 km/h in soli 3,5 secondi, di toccare la vertiginosa velocità massima di 290 chilometri orari e di bruciare il quarto di miglio in soli 11,5 secondi, un tempo davvero niente male viste le dimensioni e le masse in gioco.

Ordinabile dal prossimo autunno e con le prime consegne previste per la primavera del 2021, il nuovo Dodge Durango SRT Hellcat è però capace anche di trainare fino a 4 tonnellate di carico e di affrontare diverse tipologie di terreno grazie alle quattro modalità di guida disponibili: Track, Sport, Snow e Tow. Immancabile, infine, un impianto frenante Brembo con pinze a sei pistoncini, capace di fermare questo mastodontico e velocissimo Suv al peperoncino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime