a cura di Redazione Automobilismo - 06 settembre 2019

Dieselgate: nuovi problemi all’orizzonte?

Per il periodico tedesco Handelsblatt vi sarebbero nuovi dispositivi “contraffatti” che ancora ad oggi non sarebbero stati rivelati. Che sia vero? Sarà un nuovo scandalo?

1/8

Secondo quanto riportato dal periodico tedesco, durante lo scandalo iniziato nel 2015, che ha visto coinvolto pienamente il colosso Volkswagen, non sarebbero venuti a galla proprio tutti i dispositivi giudicati inammissibili ma alcuni di questi sarebbero rimasti segreti. E come mai, vi starete chiedendo voi. Sempre secondo l’autorevole fonte perché esisterebbe un rapporto privato tra i produttori e le autorità sorveglianti che avrebbe portato all’occultamento di alcuni importanti documenti in materia di emissioni.

L’Ente federale dei trasporti tedesco avrebbe quindi giudicato inammissibili questi dispositivi, in quanto falsificatori dei dati riguardanti le emissioni. Ora però questi documenti e gli stessi motori incriminati potrebbero venire alla luce e divenire oggetto di cause giudiziarie, che in futuro potrebbero tramutarsi in sentenze definitive. Se tutto questo fosse vero e dovesse diventare realtà potrebbe essere una ulteriore bella gatta da pelare per il colosso tedesco.

Nella fattispecie i documenti parlano di motori Euro 6 da 3.0 litri utilizzati nei modelli Volkswagen Touareg, Audi A8, Porsche Cayenne e Macan che sarebbero nuovamente colpevoli di non rispettare le severe norme sulle emissioni. Una bella gatta da pelare per il Gruppo tedesco proprio alcuni giorni dall’accusa di frode che ha colpito l’ex Ceo di Audi Rupert Stadler. Non ci resta che aspettare per capire quale è la verità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News