a cura di Redazione Automobilismo - 04 ottobre 2019

Dieselgate: in Germania class action contro Volkswagen

Al via il processo per la class action tra i consumatori tedeschi e Volkswagen, inerente ai fatti che hanno portato al Dieselgate in Germania

1/10

Nel giorni scorsi ha preso il via nel tribunale regionale di Braunschweig (in Bassa Sassonia) la prima udienza del processo legato alla maxi class action avviata dalle associazioni dei consumatori tedeschi contro Volkswagen. Con questa azione i consumatori chiedono al tribunale di quantificare il danno procurato da Volkswagen per la manipolazione delle emissioni e la diffusione di false informazioni sui veicoli venduti, manovra che ha portato al contempo in una presunta perdita di valore dell'usato. Dal canto suo Volkswagen si difende sostenendo che le vetture interessate siano sicure e ben funzionanti: per Wolfsburg non ci sarebbe "nessun fondamento per le richieste" e neanche "un motivo per una causa".

Ma cos'ha di così speciale questo nuovo processo? In primis, una notevole adesione: sono ben 450.000 i clienti della Casa di Wolfsburg che si sono uniti all'azione giudiziaria collettiva per chiedere un risarcimento relativo al Dieselgate. In seconda istanza, è il primo processo a rifarsi sul metodo americano: fino a questo momento in Germania era prevista l'assegnazione diretta di indennizzi, i quali vanno richiesti attraverso singole cause civili. Con questa prima udienza, invece, sarà finalmente possibile fare richiesta di una maxi ingiunzione di risarcimento per i danni arrecati (in questo caso) dalla Volkswagen per la manipolazione dei software per il controllo delle emissioni dei diesel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News