Decreto Rilancio: previsti incentivi per le colonnine di ricarica

Con il Bonus Mobilità sono state introdotte anche agevolazioni per l'installazione di colonnine di ricarica, anche casalinghe, e di pannelli fotovoltaici.

1/7

Col Decreto Rilancio da 55 miliardi e il Bonum Mobilità approvati dal Consiglio dei Ministri il 13 maggio scorso l’esecutivo, oltre al rifinanziamento dell’ecobonus già esistente e agli incentivi fino a 500 euro per l’acquisto di biciclette, monopattini e mezzi relativi alla micro mobilità elettrica o meno, ha introdotto anche l’incentivo con un rimborso fiscale al 110% per l’installazione di colonnine di ricarica anche casalinghe (wallbox) e di pannelli fotovoltaici. Le agevolazioni, che possono essere detratto dalla dichiarazione dei redditi in cinque quote annuali dello stesso importo, permetteranno anche l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza degli edifici, sia case singole che condomini, purché considerati come prima casa. Va precisato però che i due interventi devono essere richiesti ed eseguiti contestualmente per poter avere diritto al rimborso del 110%. Nel senso che se si vuole installare una colonnina di ricarica, si dovrà intervenire anche dal punto di vista dell’efficienza energetica della propria abitazione. Infine gli interventi devono in ogni modo essere eseguiti tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News