di Giorgio Sala - 01 ottobre 2019

Aston Martin DBX entra nella fase finale di sviluppo

Il primo suv della Casa di Gaydon, dopo quasi un anno di collaudi tra fuoristrada, neve e pista, è ormai arrivato alla fase finale del suo sviluppo. Sarà svelato questo dicembre

1/27

1 di 2

Dopo mesi e mesi di test in tutte le condizioni climatiche, Aston Martin sta finalizzando gli ultimi aspetti relativi alla DBX, il primo suv prodotto dalla Casa di Gaydon. Tra i brand di lusso britannici, Aston Martin è quello che arriva “per ultimo” rispetto ai concorrenti – Bentley e Rolls Royce – ma promette prestazioni da purosangue britannica. Guidata sulle strade di tutti i giorni, oltre che in condizioni davvero estreme, la DBX è stata testata anche al Nürburgring Nordschleife (dove ha infranto il muro degli 8 minuti) e a Silverstone: i test in pista erano mirati a ottimizzarne le doti dinamiche.

1/13

Sarà l’Aston Martin più pratica di sempre, quindi un abitacolo elegante e spazioso si abbinerà a un motore 4.0 litri V8 biturbo da 550 CV e 700 Nm di coppia – numeri più elevati di DB11 e Vantage equipaggiati con medesimo propulsore – che promettono performance alla pari delle altre vetture della Casa. La velocità massima è di oltre 300 km/h e la frenata è uno dei punti forti della vettura, con prestazioni migliori rispetto alla loro gran turismo di punta, la DBS Superleggera.

Inoltre, gran parte del lavoro dei tecnici inglesi si è concentrato sulla “voce” della DBX. Il sound sarà grave, da vera Aston V8, ma con un tono più deciso ai medi regimi. Se volete un assaggio di quello che sentirete dagli scarichi di questa vettura, trovate qui sotto un video teaser ufficiale. La presentazione della nuova Aston Martin DBX è prevista per dicembre 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime