Coronavirus, ponte Morandi: primi contagi tra i tecnici

Scoperti i primi casi positivi tra gli addetti, i tecnici e gli operai per la ricostruzione del nuovo ponte Polcevera a Genova. Fortunatamente i lavori procederanno come stabilito.

1/10

Negli ultimi giorni abbiamo assistito alla messa in posa della più grande e importante campata del nuovo ponte Morandi. I lavori quindi procedono come previsto e non si dovrebbero avere ritardi sulla tabella di marcia rispetto alle tempistiche di consegna previste. Tutto questo nonostante l’ultima problematica venuta alla luce. Sembra proprio che anche la squadra di addetti, tecnici e operai per la ricostruzione del nuovo ponte Polcevera a Genova sia purtroppo venuta in contatto con il tanto temuto virus Covid-19. Dopo il primo caso risultato positivo, sono state messe in quarantena altri 25 dipendenti per fare in modo di offrire le dovute condizioni di sicurezza alla restante parte di lavoratori. Misure che hanno permesso oltremodo di non chiudere il cantiere, molto importante per la città, ma di proseguire i lavori così da consegnare il ponte Polcevera secondo le tempistiche stabilite. Ora la Liguria spera solo che il diffondersi della malattia, le severe condizioni di sicurezza per tutti i lavoratori e l’isolamento dei dipendenti della ditta specializzata nel sollevamento degli impalcati e del trasporto non comporti troppi ritardi nei piani di consegna della nuova opera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News