Coronavirus, Ferrari: Modena e Maranello ripartiranno il 14 aprile

Lo storico impianto di Maranello e la Carrozzeria Scaglietti di Modena dovrebbero riaprire il 14 aprile con un fermo produttivo prolungato di altre due settimane.

1/6

Diversamente da quanto preventivato, i due stabilimenti avrebbero dovuto riaprire il 27 marzo, lo storico impianto di Maranello e la Carrozzeria Scaglietti di Modena potrebbero riaprire il prossimo 14 aprile con un fermo produttivo più lungo di ben altre due settimane. Un prolungamento dello stop delle sue fabbriche nel modenese resosi necessario per mettere in pratica le dovute procedure per il contenimento del contagio, la sicurezza dei propri dipendenti e la sanificazione dei due stabilimenti ma che potrebbe essere dipeso anche dallo stato delle forniture delle componentistiche necessarie alla produzione. Problematica che potrebbe però protrarre ulteriormente, oltre il 14 aprile, lo stop dei due stabilimenti modenesi. "La Ferrari prevede attualmente di riaprire la produzione il 14 aprile 2020, a condizione che sia garantita la continuità della catena di fornitura". “Nel frattempo, le attività aziendali non legate alle fasi manifatturiere proseguiranno regolarmente grazie al telelavoro come è stato fatto nelle scorse settimane". “L'azienda continuerà a farsi carico dei giorni di assenza di coloro che non possono avvantaggiarsi della soluzione dello smart working”. "A fronte della grande incertezza e dell’imprevedibilità causata dal Covid-19, la società sta adottando tutte le misure più appropriate per assicurare il benessere e la salute dei suoi dipendenti, nell’interesse di tutti i suoi stakeholder".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News