Coronavirus, Fase 2: aumenta il traffico ma anche gli incidenti

Ripartita la circolazione su tutta la Penisola seppur in misura minore rispetto a prima del lockdown, un dato testimoniato tanto dal numero di veicoli presenti in giro quanto dall’incremento dei sinistri stradali.

1/5

Con l’avvio della Fase 2 si è assistito a un leggero e timido allentamento delle restrizioni fino a quel momento vigenti, misure rese necessarie per il contenimento della diffusione e del contagio da Coronavirus. Ora però le riaperture di alcune attività commerciali e industriali e la maggiore libertà di movimento e di spostamento tanto con mezzi privati quanto pubblici ha portato a un nuovo aumento del traffico sulle nostre strade, seppur in misura minore rispetto a quanto esisteva prima di questa quarantena obbligatoria.

A dircelo i dati da Google e Apple che parlano di traffico aumentato in relazione ai mesi scorsi, con le città di Roma e Milano a far da traino. Dal 4 maggio in poi, dice appunto Roma Servizi per la Mobilità si è mosso il 116% degli automobilisti in più rispetto alla Fase 1, a Milano, invece, è stato registrato un aumento del traffico veicolare del 48% e di conseguenza anche il 44% in più degli autisti di mezzi pesanti. Al maggior numero di auto però non poteva che corrispondere un aumentato rischio di sinistri stradali,incidenza che comunque è risultata minore rispetto a quanto registrato negli stessi mesi dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News