29 maggio 2014

“Compasso d’Oro 2014”, Menzione d’Onore all’Alfa Romeo Giulietta

L'Alfa Romeo Giulietta si è aggiudicata la Menzione d'Onore nell'ambito del "Compasso d'Oro ADI - Associazione per il Disegno Industriale", il più antico e autorevole premio europeo di design....

“compasso d’oro 2014”, menzione d’onore all’alfa romeo giulietta

L'Alfa Romeo Giulietta si è aggiudicata la Menzione d'Onore nell'ambito del "Compasso d'Oro ADI - Associazione per il Disegno Industriale", il più antico e autorevole premio europeo di design. Il prestigioso riconoscimento arricchisce il palmares del modello Giulietta che, dal lancio ad oggi, annovera oltre 20 premi assegnati dalla stampa internazionale: dall'Italia alla Germania, dalla Grecia alla Francia, dalla Danimarca alla Slovenia.

 

Di recente il modello è stato aggiornato proponendo uno stile rinnovato, nuove motorizzazioni e più contenuti tecnologici. In particolare, i nuovi segni della calandra anteriore e la cornice cromata dei fendinebbia rinnovano il frontale. Da qui, idealmente, si sviluppa l'intera vettura che combina personalità grintosa e spiccata eleganza delle forme. I proiettori anteriori adottano DRL con tecnologia a LED con funzione "luce diurna" per la massima sicurezza attiva. Allo stesso modo gli innovativi fari posteriori adottano la tecnologia a LED al servizio non solo dell'estetica, ma anche della sicurezza preventiva. Inoltre, per esaltare le linee dinamiche di un modello sintesi di sportività ed eleganza, sono state introdotte tre nuove livree - Perla Moonlight, Blu Anodizzato e Bronzo - mentre tre nuovi cerchi in lega (da 16'', 17'' e 18'') sottolineano con forza il profilo. 

INTERNI
All' interno spiccano pannello e maniglia porta nuovi e l'inedito inserto sul tunnel centrale e sulla plancia.  Novità anche per sedili e volante, che accentuano ulteriormente qualità percepita e comfort a bordo. Sulla versione Quadrifoglio Verde - a breve sul mercato - debuttano i nuovi sedili sportivi specifici, rivestisti in pelle/alcantara di colore nero con cuciture a contrasto con logo elettrosaldato sullo schienale.

Design sportivo anche per il volante, ora caratterizzato da un inserto in alluminio, da cuciture nere, bianche o rosse - a seconda degli interni e degli allestimenti - e un rivestimento in pelle di alta qualità realizzato con una schiuma specifica che garantisce una presa sicura e immediata. 

 

PININFARINA
L'edizione del Compasso d’Oro è stata ricca di soddisfazioni anche per Pininfarina. La Giuria Internazionale ha conferito alla concept car Cambiano la Menzione d’Onore Compasso d’Oro ADI, consegnata nel corso della cerimonia di premiazione tenutasi ieri all’ex Ansaldo di Milano. A questo riconoscimento si aggiunge il prestigioso Premio Compasso d’Oro ADI attribuito a Ferrari e Pininfarina per la F12berlinetta, gioiello disegnato dal Centro Stile Ferrari in collaborazione Pininfarina.

 

 

Berlina sportiva di lusso a propulsione elettrica plug-in range extended, la Cambiano ha debuttato al Salone dell’Auto di Ginevra 2012, dove è stata eletta la più bella concept car dell’esposizione. Prima della Menzione d’Onore Compasso d’Oro, la Cambiano si è aggiudicata il premio Interior Design of the Year 2012 e il prestigioso Premio per l’Innovazione ADI Design Index 2013 “in virtù della particolare qualità innovativa del prodotto”.

La F12berlinetta, presentata al Salone di Ginevra 2012, rappresenta la nuova generazione delle Ferrari 12 cilindri. Caratterizzata da un design basato sull’equilibrio delle proporzioni, la F12berlinetta è una coupé dalla linea aggressiva e filante. La Giuria del Compasso d’Oro l’ha premiata “per la forma filante la cui aerodinamica ottimizza le prestazioni della vettura”.

Nella storia del Compasso d’Oro, lo ricordiamo ,  sono numerosi  i riconoscimenti assegnati al design Pininfarina, dal Premio Compasso d’Oro 1979 allo Studio CNR alla Menzione d'Onore al concept Metrocubo nel 2001, fino al Premio Compasso d’Oro ADI 2008 alla concept car Nido. Sia Battista “Pinin” Farina che Sergio Pininfarina, inoltre, sono stati insigniti del Compasso d’Oro alla carriera rispettivamente nel 1957 e nel 1995.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime