Come Mercedes-AMG ha ottenuto 442 CV da un quattro cilindri da 2,0 litri

Il successore dell'attuale AMG C63 non avrà un propulsore V8, ma si fregerà di un powertrain ibrido a cui le prestazioni e i valori di potenza e coppia massime non mancheranno di certo.

1/25

Con un massimo di 421 CV, l'M139 di Mercedes-AMG è a oggi il motore per auto di serie a quattro cilindri più potente al mondo. Al momento, l'M139 è disponibile nei modelli AMG della serie 45, ma presto arriverà nel successore dell'attuale C63. Sì, l'amata Classe C AMG adotterà un 2.0 litri quattro cilindri turbo al posto di un classico V8, ma per fortuna, non ci sarà un sacrificio in termini di potenza. AMG è riuscita a spremere 442 cavalli dal suo quattro cilindri turbo e nella C63 sarà abbinato a un sistema ibrido plug-in.

Per ottenere un tale livello di potenza Mercedes-AMG ha dotato il suo quattro cilindri di un turbocompressore elettrico che svolge delle funzioni simili a quelle del Motor Generator Unit-Heat (MGU-H) utilizzato nella Formula 1. In questo caso, AMG ha installato un motore elettrico da 6 kW che spinge l'albero che collega la turbina e il compressore fino a 156.000 giri/min. Ciò elimina efficacemente il ritardo del turbo, poiché il motore elettrico può indurre il compressore a forzare più aria nella camera di combustione molto più rapidamente rispetto alla turbina a gas di scarico. Anche la risposta ai transitori è migliorata perché quando l'acceleratore non è premuto, il motore elettrico mantiene il turbo in rotazione anche se c'è meno aria che esce dallo scarico. Gli ingegneri AMG affermano che questo nuovo sistema consente anche un controllo molto più preciso dei livelli di boost, perché il motore elettrico fornisce informazioni esatte sulla velocità dell'albero del turbocompressore.

Le auto della serie 53 di AMG utilizzano quello che viene chiamato un compressore ausiliario elettrico, in cui un motore elettrico fa girare una ruota del compressore per alimentare direttamente l'aria nel turbocompressore o nel motore. La differenza tra il compressore elettrico ausiliario e questo turbocompressore elettrico è che il compressore elettrico ausiliario non aspira l'aria di scarico per far girare il compressore. Pensalo come un turbocompressore che utilizza un motore elettrico invece di una turbina. Un compressore ausiliario elettrico è ottimo per fornire rapidi colpi di spinta per migliorare il comportamento transitorio, ma non fa molto ad alti regimi motore. L'MGU-H installato nell'M139 offre vantaggi simili nella risposta ai transitori e ai bassi regimi del motore, ma fornisce anche una buona potenza quando si aumenta la gamma dei regimi. Inoltre, il layout è più semplice qui perché stai utilizzando un dispositivo (l'MGU-H) invece di due (il compressore ausiliario elettrico e un tradizionale turbocompressore a gas di scarico).

Per far funzionare questo turbo elettrico, tuttavia, è necessario un impianto elettrico ad alta tensione. I prossimi modelli E-Performance di AMG avranno un'Electric Drive Unit (EDU) sull'asse posteriore, che consiste in una batteria da 6,1 kWh e un motore elettrico che aziona le ruote tramite un cambio a due velocità. Il motore elettrico che fa girare l'albero del turbocompressore riceve energia da quella batteria montata sul retro. AMG afferma che questo quattro cilindri da 442 CV può essere combinato con una EDU che offre fino a 201 CV per brevi periodi e 94 CV di potenza continua. Ciò non significa che il successore della C63 avrà 643 cavalli, anche se AMG potrebbe limitare ulteriormente la potenza del motore elettrico. Tutto ciò che Mercedes dirà è che la prossima Classe C AMG equipaggiata con questo propulsore E Performance offrirà valori di potenza e coppia migliori rispetto al V8 che andrà a sostituire. Ma la Mercedes sembra anche anticipare che i modelli futuri oltre questa imminente Classe C utilizzeranno questo propulsore ibrido a quattro cilindri, forse avvicinandosi a quella cifra di 643 CV.

Quando abbiamo sentito per la prima volta che la prossima Classe C AMG sarebbe stata a quattro cilindri, non eravamo entusiasti - e secondo quanto riferito, nemmeno l'ex CEO di AMG Tobias Moers - poiché il V8 conferiva alla C63 una personalità meravigliosa. Ci mancherà il V8 ma questo nuovo propulsore a quattro cilindri dovrebbe fornire molto fascino, per usare una parola che i tedeschi amano. Ed è la prova che anche se AMG sta ridimensionando i propri propulsori, non ha smesso di inseguire le prestazioni.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News