a cura di Redazione Automobilismo - 23 novembre 2018

Colpo di sonno alla guida: un fenomeno in forte crescita

I dati allarmanti parlano di un automobilista su otto che dichiara di essersi addormentato almeno una volta alla guida, per fortuna non sempre con risvolti catastrofici.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/2

    L’AA Charitable Trust, un ente di beneficenza del Regno Unito dedito all’educazione stradale, ha rilevato come in Gran Bretagna un quarto degli incidenti mortali siano causati dalla stanchezza. La ricerca dell’ente inglese ha messo in luce come il fenomeno della stanchezza o meglio del colpo di sonno sia una problematica in forte crescita, sottolineando i rischi connessi alla guida in stato di spossatezza e sonnolenza.

    Prendendo come campione 20.561 automobilisti, lo studio ha portato alla luce come il 17% di questi ha avuto un colpo di sonno mentre era al volante, mentre un altro 37% dichiara di aver temuto di addormentarsi a causa della stanchezza o ancora che il 57% degli intervistati ha dichiarato di aver preso una pausa dalla guida in un momento di forte sonnolenza. Dati che diventano ancora più scioccanti se si pensa che specie i giovani tra i 18 e i 24 anni non prendono in considerazione questa problematica, pensando di essere superiori al colpo di sonno perché il fenomeno della stanchezza a detta loro non dovrebbe influire sulle loro “elevate” capacità di guida. Un fenomeno quindi preoccupante e in crescita purtroppo che però, sempre secondo i diretti intervistati, sarebbe causato da alcune problematiche ben precise come: una giornata lunga e intensa, la monotonia del viaggio, la guida notturna, la lunghezza del percorso, le poche ore di sonno della sera prima.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime