Colonnine Ionity: il prezzo sale per la ricarica fast a 0,79 euro/kWh

Sfruttando la tecnologia a 350 kW serviranno all’incirca 20 euro per 100 chilometri di autonomia, l’equivalente di una sportiva da 8 chilometri al litro di carburante.

1/6

In un nostro precedente articolo (QUI per leggerlo) vi avevamo precisato quali fossero i costi per ricaricare le batterie delle moderne auto elettriche, mettendovi di fronte al fatto compiuto che per poter usufruire delle colonnine più veloci avreste dovuto spendere di più. Se da un lato, infatti, la ricarica all’interno dell’utenza domestica costa in media a livello nazionale 0,20 euro/kWh, il costo delle ricariche effettuate alla colonnine fast charge da almeno 50 kW può salire anche fino a 0,50 euro/kWh.

A ulteriore riprova di quanto vi avevamo anticipato è arrivata in questi giorni la notizia che il provider Ionity ha aggiornato la sua tariffa di ricarica europea, eliminando sostanzialmente i vantaggi della fase promozionale iniziale. D’ora in avanti, infatti, per ricaricare alle colonnine fast charge da 350 kW in tutta Europa si dovrà essere disposti a spendere ben 0,79 euro/kWh. Prendendo come esempio un consumo medio di 25 kWh/100 km, serviranno 19,75 euro per percorrere 100 km, più o meno l’equivalente di quanto servirebbe a un’auto sportiva con motore endotermico per percorrere gli stessi chilometri (consumo medio di 8 chilometri con un litro di benzina).

Ovviamente più alta è la potenza e più in fretta si ricarica l'auto, soprattutto se è un modello con accumulatori dalla grande capacità. Però più velocemente avviene la ricarica, più si paga l’energia che viene immagazzinata nella batteria. E’ un fatto ormai risaputo che allo stato attuale delle cose è molto più quotidiano conviene ricaricare i veicoli elettrici attaccandolo a una colonnina domestica a patto però di aver molto tempo da perdere per attendere che la ricarica sia completa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News