CATL e i segreti della batteria da 2 milioni di chilometri

Miglioramenti alla tecnologia produttiva di catodo e anodo e un minor degrado tanto nelle fasi di scarica quanto in quelle di carica e utilizzo sono le carte in tavola di questa innovativa batteria.

1/7

La big cinese ha dichiarato di essere pronto a mettere sul mercato una super batteria capace di percorrere fino a 2 milioni di chilometri. Questa innovativa batteria non sarà però la super batteria tanto attesa e decantata da Tesla ma riguarderà uno sviluppo solamente di CATL e che l’azienda cinese ha preferito mantenere all’interno dei suoi stabilimenti.

Questa innovativa batteria sfrutta la capacità di ridurre il decadimento delle prestazioni controllando il consumo della componente attiva di litio, un risultato reso possibile grazie a precisi e mirati affinamenti alla tecnologia produttiva di catodo e anodo. Nel catodo è stato applicato un rivestimento inattivo che favorisce la passivazione (una sorta di corrosione di natura elettrochimica) che riduce l'attività degli ioni di litio durante le fasi della ricarica e la riattiva in rilascio in modo da limitare al massimo le reazioni chimiche durante i cicli di utilizzo della batteria.

Nell'anodo, invece, è stata messa a punto una tecnologia che limita il consumo del litio incrementando performance e durata della batteria. A questi due accorgimenti vi dovrebbero essere anche alcune precauzioni per evitare la formazione di dendriti ma CATL non ha ancora fornito nessuna spiegazione in merito. Come se non bastasse dovrebbe essere stato aggiunto un'elettrolita bionico, dotato della capacità di cambiare comportamento nei diversi cicli di carica e rilascio dell'energia, che sarebbe in grado di preservare gli elettrodi così da migliorare le prestazioni e allungare la vita utile dell’accumulatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News