a cura di Redazione Automobilismo - 30 aprile 2018

BMW: al via la strumentazione digitale

Il nuovo cockpit sarà interamente digitale e personalizzabile e molto più intuitivo da utilizzare.

Nome in codice Operating System 7.0 è il primo cruscotto digitale del Brand di Monaco di Baviera che dovrebbe debuttare prima della fine dell'anno sulla nuova BMW X5. Una scelta, quella del Marchio premium tedesco quasi obbligata per adeguarsi ai suoi diretti concorrenti, Mercedes e Audi in primis.

Tutto schermo

Ulteriore evoluzione del cockpit attualmente utilizzato sulle ultime vetture dell'Elica, il nuovo ambiente virtuale non è più sistemato all'interno dei veri quadranti simili ai classici indicatori a lancette ma si avvale di due schermi distinti che fondono le forze per creare un'unica superficie ampiamente configurabile che garantirà un'esperienza d'utilizzo più intuitiva rispetto al passato. Le dimensioni in pollici di questa superficie digitale non ci è ancora stata riferita ma ciò che è ben noto è che integrerà anche la visualizzazione delle mappe di navigazione e di altre informazioni dell'auto, sarà più facile decidere quali informazioni tenere in vista e che sarà ampiamente personalizzabile in base alle varie modalità di guida.

Non solo touch

Al moderno cockpit si affiancherà anche un sistema d'infotainment completamente rivisitato, tanto nella grafica quanto nel software, così da migliorarne le capacità, semplificarne l'utilizzo e accrescerne le potenzialità. Lo stesso schermo centrale dell'infotainment sarà più definito, più veloce e più preciso al touch mentre le modalità di utilizzo non si limiteranno solamente ai comandi a sfioramento ma integreranno anche il classico rotore vicino alla leva del cambio e persino i comandi vocali. Il nuovo infotainment sarà poi ulteriormente aggiornato introducendo la connessione 5G, la comunicazione tra veicoli e infrastrutture (Car-To-X) e l'intelligenza artificiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime