Bmw: nessuno stop allo sviluppo dei motori a combustione interna

La Casa di Monaco di Baviera continuerà la progettazione e lo sviluppo di nuovi motori a combustione interna almeno fino a che il mercato continuerà a farne richiesta.

1/2

A differenza di Audi, che martedì ha annunciato l'esatto contrario, la Casa dell’Elica non ha alcuna intenzione di perseguire questa strada. Il perché? E’ il mercato a chiederlo, sottolineando l’esigenza di motori a combustione interna anche per numerosi anni a venire. A dirlo è stato nientemeno che il Ceo di Bmw, Oliver Zipse, che in un tweet del giornalista automobilistico Phil LeBeau ha affermato che il Brand di Monaco di Baviera non abbandonerà lo sviluppo di motori endotermici perché la domanda di veicoli ICE rimarrà robusta per molti anni a venire.

Il Ceo ha poi proseguito, affermando che senza dubbio le normative sulle emissioni diventeranno sempre più rigide e Bmw dovrà trovare un modo per soddisfarle, come però il Marchio intende fare ciò sarà visto nei prossimi anni. Attualmente Bmw produce diversi ibridi plug-in e ha in programma di produrre molti veicoli elettrici ma la maggior parte delle sue auto, come quasi tutte le altre case automobilistiche, sono ancora alimentate da motori a combustione interna.

Diversamente quindi dalla sua diretta concorrente Audi e un po’ più simile all’altra diretta concorrente Mercedes, Bmw, pur puntando fortemente all’elettrificazione e allo sviluppo di nuovi modelli elettrici, continuerà la progettazione e lo sviluppo di nuovi motori a combustione interna almeno fino a che il mercato continuerà a farne richiesta.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News