Bmw iX: l’avvento di una nuova era

La Suv elettrica del futuro arriverà entro la fine del 2021, offrendo ben 600 km di autonomia a fronte di 500 Cv di potenza massima e una tecnologia da prima della classe.

1/39

Manifesto della mobilità sostenibile per la Casa di Monaco di Baviera, la Bmw iX è la Suv a zero emissioni che da il via a un'intera stirpe di auto a batteria per la Casa del’Elica. Destinata a diventare uno dei modelli più importanti della storia di Monaco, la Suv elettrica dalle generose dimensioni, dallo stile innovativo e dal contenuto altamente tecnologico arriverà però non prima di fine 2021. Degna erede del concept Vision iNext del 2018, la nuova Bmw iX si basa su una nuova architettura modulare e scalabile che si fregia di una scocca in alluminio e fibra di carbonio che a Monaco chiamano Carbon Cage. Questa scelta strutturale, che farà da base a molte delle prossime elettriche bavaresi, garantisce ottimi livelli di rigidità, leggerezza e aerodinamica.

Dimensioni simili a una X5

Ma partiamo dall’aspetto estetico. La SAV (Sport Activity Vehicle) elettrica bavarese porta in dote la nuova calandra con il generoso doppio rene a sviluppo verticale, che ha fato la sua prima apparizione sulla nuova Bmw Serie 4 Coupé, che però su questa versione a batteria è totalmente chiuso non dovendo assolvere alla funzione di raffreddamento. Al contrario al suo interno sono alloggiati i potenti “occhi” (telecamere, radar e sensori vari) dei sistemi di sicurezza e assistenza alla guida. Se la calandra è generosa al contrario i proiettori anteriori sono i più sottili mai visti su una Bmw, una scelta dettata dall’intenzione di risultare poco appariscente rispetto al resto del design dell’anteriore. Questa scelta di nascondere alcuni componenti dietro ad alcuni elementi estetici la ritroviamo anche nel logo anteriore che cela il tappo del serbatoio lavavetri e in quello posteriore che nasconde la telecamera di retromarcia. Passando alla fiancata non passano di certo inosservati i particolari archi passaruota di forma squadrata che sovrastano cerchi in lega da 20 fino a persino 22 pollici di diametro, le portiere senza cornice con maniglie incassate e ad azionamento elettrico e la silhouette del tetto che riprende quella tipica di una coupé. Per concludere anche al posteriore trovano posto fari dalla forma molto rastremata e sottile e una bocca del portellone estremamente ampia.

Sistemi 20 volte più veloci

L’abitacolo è un sapiente mix di eleganza e qualità ma allo stesso tempo un tripudio di tecnologia. Con la solita scelta stilistica di ridurre tutto all’essenziale senza soluzioni troppo vistose troviamo una plancia lineare e semplice impreziosita da due grossi e curvi schermi digitali, da 12,3” per la strumentazione e touch da 14,9” per l’infotnainment, e da un volante dalla forma esagonale che fa per la prima volta il debutto su una Bmw di serie. L’essenzialità la si ritrova anche nel pavimento piatto privo di tunnel centrale, nei pannelli di comando e negli altoparlanti nascosti. Sul fronte tecnologico, fiore all’occhiello di questo inedito modello, oltre al Bmw Operating System di prossima generazione troveremo la connessione 5G, sistemi di sicurezza e assistenza alla guida estremamente evoluti e possibilità di connessione e intrattenimento praticamente infinite. Chiude il cerchio di un abitacolo futuristico il tetto panoramico in vetro laminato elettrocromico con cristalli liquidi che per la prima volta su un'auto di serie è oscurabile con il tocco di un pulsante.

Addio a terre rare e CO2

Sotto pelle la nuova la nuova SAV a batteria dell’Elica vanterà due motori elettrici per una potenza totale di 500 Cv, declinati a spingerla da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi grazie anche alla immancabile trazione integrale, offrendo al contempo un’autonomia massima di circa 600 km nel ciclo Wltp grazie alla generosa batteria agli ioni di litio da 100 kWh, accumulatore che potrà essere ricaricato anche alle colonnine fast charge in corrente continua (DC) fino a una potenza massima di 200 kW così da ripristinare dal 10 all'80% in circa 40 minuti. Disponibile naturalmente anche la ricarica in corrente alternata (AC) fino a 11 kW per una ricarica completa in circa 11 ore. Altre chicche tecniche? Un Cx di soli 0,25, ottenuto anche grazie allo studio attento di sottoscocca, ruote e pannelli attivi nelle prese d'aria anteriori, che ha permesso alla Casa bavarese di ottenere assieme al powertrain elettrico eDrive di quinta generazione un consumo di soli 21 kWh/100 km nel ciclo Wltp. Alle prese con le ultime fasi del suo sviluppo su strada, la nuova Bmw iX verrà prodotta sulle linee della fabbrica di Dingolfing nella seconda metà del 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime