La nuova BMW 128ti

Con la BMW 128ti, i bavaresi completano la gamma sportiva della Serie 1. E' equipaggiata fondamentalmente con il medesimo motore del modello di punta, parliamo della M135i, ma il 2,0 litri turbo eroga qui "solo" 265 cavalli invece di 306 CV. La 128ti deve anche fare a meno della trazione integrale, è solo anteriore, il che la rende però 80 chili più leggera sulla bilancia....

1/26

l'amro in bocca.Con la BMW 128ti, i bavaresi completano la gamma sportiva della Serie 1. Fondamentalmente, è equipaggiata con il medesimo motore del modello di punta, parliamo della M135i, ma il 2,0 litri turbo eroga qui "solo" 265 cavalli invece di 306 CV.

La 128ti deve anche fare a meno della trazione integrale, è solo anteriore, il che la rende però 80 chili più leggera sulla bilancia. La 128ti si inserisce così in un gruppo di hot hatches meno potenti della M135i, parliamo della VW Golf GTI da 245 CV o della più potente Ford Focus ST da 280 CV.

Quando si parla di trazione anteriore, è molto probabile, e forse anche giusto, che alcuni irriducibili fan della Serie 1 storceranno ancora il naso. BMW ha spezzato la lunga tradizione della trazione posteriore (a lungo amata) della Serie 1 nel 2019 [Serie F40].

Il caratteristico punto di forza unico nella sua classe è qui venuto meno e stato sacrificato a favore di economie di scala e di uno spazio a bordo maggiore leggermente maggiore.

Da allora, la più piccola tra le BMW ha condiviso l'architettura con la Mini e i due modelli crossover X1 e X2. E se su molte versioni a listino meno potenti questa scelta è in parte comprensibile, sulle varianti più sportive, in termini di divertimento di guida lascia un po' l'amaro in bocca.

Tuttavia, lo scetticismo sulla scelta della piattaforma modulare è in parte infondato. Nonostante la trazione anteriore, la nuova arriva non difetta certo di carattere, soprattutto perché un differenziale a slittamento limitato Torsen migliora maneggevolezza e la trazione. L'abbreviazione "ti" sta per Turismo Internazionale ed ha una lunga tradizione anche tra i bavaresi. Basta ripensare alla leggendaria 2002ti del 1960.


Sulla 128ti troviamo la griglia frontale nera lucida e gli specchietti retrovisori esterni verniciati neri. Altre caratteristiche distintive sono i paraurti anteriore e posteriore modificati con cornici prese d'aria rosse.

Inoltre, l'aspetto sportivo è completato dalle cornici sempre nere dei finestrini e dalle pinze dei freni verniciate in rosso. Di serie, è equipaggiata con cerchi in lega specifici da 18" e penumatici 225/40, a richiesta senza sovrapprezzo, potete optare per la gommatura Michelin Pilot Sport 4, per un' extra dose di grip.

1/26

Accomodati all'interno troviamo rivestimenti in pelle nera con cuciture a contrasto rosse, volante sportivo a tre razze, un'esclusiva scritta "ti" sul bracciolo centrale e una pedaliera sportiva in acciaio inossidabile. I sedili sportivi ben sagomati, trattengono molto bene guidatore e passeggero in curva. Optional, potete ordinare l' head-up display per 950 euro o il sistema multimedia Professional per ulteriori 1500 euro.

La navigazionesi basa su informazioni sul traffico in tempo reale e riceve aggiornamenti gratuiti over-the-air per tre anni. Oltre a un hotspot Wi-Fi, l'infotainment ha anche un assistente vocale intelligente. La voce comprende i vostri comandi come quando scegliete la traccia della vostra playlist, vi informa sui prezzi di borsa e sul bollettino meteorologico o... accende il riscaldamento del vostro sedili.

Il motore 2,0 litri quattro cilindri è estremamente pronto e già a 1700 giri eroga 400 Newtonmetri; in soli 6,1 secondi, la 128ti arriva a 100 km/h partendo da fermi e dispiega la sua potenza con veemenza ad ogni affondo di gas. Se siete molto di fretta potete contare anche su una ragguardevole punta massima di 250 km/h.

La trasmissione alla due ruote anteriori avviene qui tramite un cambio automatico a otto rapporti. Offre cambi di marcia rapidi e si adatta perfettamente al carattere sportivo di questa compatta con cambiate sorprendentemente fluide e prive di strappi anche a pieno carico.

Anche il telaio è stato adattato alle prestazioni con ammortizzatori più rigidi e sportivi e la 128ti è seduta dieci millimetri più in basso sull'asfalto. Oltre alle sospensioni M-Sport, anche lo sterzo è stato messo a punto in modo che risulti più pronto e reattivo. La 128ti è precisa e il peso inferiore di 80 chilogrammi rispetto alla M135i la rendono leggera, agile e maneggevole sui percorsi più guidati.

Grazie allo sterzo sportivo, la nuova arrivata segue le traiettorie impostate in modo molto preciso, pulito. Anche la trazione convince. Non fatica a scaricare a terra i 265 cavalli e lo fa in modo estremamente efficace, grazie anche al differenziale a slittamento limitato Torsen.

Solo quando si accelera completamente fuori dalle curve si notano lievi reazioni allo sterzo. Ma solo allora, non prima. Potente, ben modulabile anche la frenata, con un impianto decisamente adeguato.

Questa nuova 128ti è un progetto riuscito, certo, ma altrettanto sicuramente non è esattamente un affare. Tutto questo divertimento, ha infatti un prezzo.

BMW chiede esattamente 41.670 euro per parcheggiarla in garage. Se poi scegliete qualche optional, il prezzo sale subito vertiginosamente. Una VW Golf GTI, ad essere onesti non è molto distante, dato che con il DSG 7 rapporti parte da 41.150 euro, mentre la più potente Focus ST 2.3 Ecoboost da 280 risulta quasi un affare dato che parte da 37.950 euro.

1/13

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA