a cura di Redazione Automobilismo - 26 aprile 2019

Biometano: la filiera a gonfie vele

Un importante accordo che mira a far svoltare quanto prima il sistema energetico nazionale verso fonti più sostenibili e rinnovabili.
1/4

CIB, Confagricoltura, Eni, FPT Industrial, Iveco, New Holland Agriculture e Snam hanno siglato a Roma un protocollo di intesa per lo sviluppo del biometano. L'obiettivo è quello di da un lato raggiungere il target sulle energie rinnovabili nei trasporti al 2020 e dall'altro di portare avanti il percorso di decarbonizzazione previsto dalla strategia Clima Energia. I sette maggiori interpreti di questa importante filiera intendono, infatti, mettere in campo tutte le possibili sinergie nell’ambito della mobilità sostenibile, promuovendo in particolare l’uso di biometano avanzato e biogas prodotto da matrici agricole, zootecniche, agroindustriali, così da rafforzare ulteriormente sia la filiera tecnologica e industriale sia quella agro-energetica. Il prossimo passo è quello di aumentare ancora la fetta in ambiti come trasporto stradale, navale e nello stesso settore agricolo, includendo anche le macchine agricole per le quali sarà opportuno individuare strumenti e strategie di sostegno.

Non dimentichiamo che la strategia Clima Energia punta a raggiungere una quota rinnovabile del 21,6% al 2030 così da incentivare una mobilità sempre più sostenibile e contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico e al contrasto ai cambiamenti climatici. Puntando, infatti, a una produzione di 8 miliardi di metri cubi entro il 2030 si mira a raggiungere l'obiettivo dell’8% per i biocarburanti avanzati, sostenendo anche il sistema gas come elemento chiave nella transizione del sistema energetico nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News