Autovelox a 703 km/h: la colpevole è una Ford Focus

Pizzicata da un autovelox per un eccesso di velocità a dir poco incredibile, ha ricevuto ugualmente il verbale della contravvenzione a casa.

1/3

E’ vero che a sbagliare è stato il macchinario o apparecchio elettronico, cioè l’autovelox, ma dietro di lui o per lo meno alla verifica delle sanzioni elevate vi dovrebbe per lo meno essere un controllo umano così da evitare che possano accadere situazioni a dir poco assurde come quella capitata a una donna di Offagna in provincia di Ancona. La sfortunata automobilistica si è, infatti, vista recapitare a casa una multa stratosferica di eccesso di velocità per essere stata pizzicata dal Velox alla folle velocità di 703 km/h. Impossibile, direte voi. A maggior ragione se pensate che la povera cittadina italiana è proprietaria di un’umilissima Ford Focus, non che con un’altra auto sarebbe stato possibile compiere l’impresa ma per lo meno si sarebbero potute raggiungere velocità un po’ più, per così dire, interessanti.

Un errore dell’apparecchio che però non ha evitato che la contravvenzione venisse spedita a casa della signora di Ancora come se nulla fosse. Una sanzione pecuniaria e amministrativa a dir poco esorbitante come incredibile era il valore di velocità rilevato: ben 850 euro di multa, patente ritirata e dieci punti decurtati da quest’ultima. Giovanni Strologo, portavoce del comitato per il rispetto del codice della strada, ha voluto subito spiegare: “Il comando di polizia municipale ha la responsabilità di controllare i verbali che vengono spediti. Ora consiglio al presunto trasgressore di fare ricorso, poiché la multa di 847 euro dovrà pagarla, e non accetti l’annullamento. Gli verrà riconosciuto dal GDP un adeguato indennizzo per il danno subito”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News