a cura di Redazione Automobilismo - 02 January 2018

Autostrade, arriva la stangata

Il 2018 porta in dote un incremento medio del 2,74% dei pedaggi, con punte record del 52,69% per la tratta Aosta Ovest - Morgex. Incide negativamente l’inflazione.
Autostrade, arriva la stangata

Una triste consuetudine

Autostrade, arriva la stangata

Rincarano, ed è ormai una triste tradizione, i pedaggi autostradali. Anche nel 2018, infatti, le autostrade diverranno più costose, con aumenti record nel Nord-Ovest. Gli automobilisti italiani dovranno pertanto “digerire” un incremento medio del 2,74%, con picchi soprattutto in Lombardia e Piemonte. Il primato, però, spetta alla tratta Aosta Ovest - Morgex, gestita dalla società RAV, che dal 1 gennaio 2018 è aumentata del 52,69%, passando da 5,6 a 8,4 euro.

Pesano gli investimenti del passato

Autostrade, arriva la stangata

Ai fini del calcolo degli aumenti, il Ministero dei Trasporti ha tenuto conto soprattutto degli investimenti effettuati dalle società concessionarie. La Milano Serravalle, ad esempio, vede i prezzi al casello crescere del 13,91% a seguito del potenziamento dell’intera tratta nel periodo 2013-2017. Analogo discorso per il rincaro del 6,64% della Torino Milano, dovuto agli investimenti di adeguamento della terza e quarta corsia. Le uniche realtà a non veder variare i prezzi sono la Asti-Cuneo, il Consorzio Autostrade Siciliane (A20 Messina-Palermo, A18 Messina-Catania e Siracusa-Gela), il Centro Padane (A21 Piacenza-Brescia), l’Autocamionale della Cisa e la Società Autostrade Valdostane (A5).

Circostanze specifiche

Autostrade, arriva la stangata

Per oltre la metà dell’intera estensione autostradale le variazioni risultano in linea con il tasso d’inflazione corrente, mentre in alcuni casi, come la Aosta Ovest – Morgex, l’eccezionale rincaro è dovuto a circostanze specifiche, ad esempio il riconoscimento di pronunce giudiziarie su ricorsi attivati dalle società. Ecco, di seguito, l’elenco di tutti i rincari, mentre le unioni dei consumatori si preparano a dare battaglia.

Tutti i rincari

Autostrade, arriva la stangata

Ativa S.p.A. 1,72%
Autostrade per l’Italia S.p.A. 1,51%
Autostrada del Brennero S.p.A. 1,67%
Autovie Venete S.p.A. 1,88%
Brescia-Padova S.p.A. 2,08%
CAV S.p.A. 0,32%
Autostrada dei Fiori S.p.A. 0,98%
Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. 13,91%
Tangenziale di Napoli S.p.A. 4,31%
RAV S.p.A. 52,69%
SALT S.p.A. 2,10%
SAT S.p.A. 1,33%
Autostrade Meridionali (SAM) S.p.A. 5,98%
SATAP S.p.A. Tronco A4 8,34%
SATAP S.p.A. Tronco A21 1,67%
SITAF S.p.A. 5,71%
Torino - Savona S.p.A. 2,79%
Strada dei Parchi S.p.A. 12,89%
Bre. be. mi. 4,69%
TEEM 2,70% e Pedemontana Lombarda 1,70%

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime