a cura di Redazione Automobilismo - 31 luglio 2019

Auto a guida autonoma: realizzato un vademecum per la sicurezza

Un documento, compilato e condiviso da 11 Case auto, sancisce le caratteristiche di sicurezza che le auto a guida autonoma devono avere fin dalle fasi di progettazione per poter essere definite sicure.

1/8

Secondo le ultime fonti trapelate in rete ben 11 Case auto - tra cui Audi, BMW, Continental, Daimler, FCA USA e Volkswagen - avrebbero compilato e condiviso una sorta di vademecum riguardante le caratteristiche e le fasi di progettazione da seguire per fare in modo che un’auto a guida autonoma sia sicura. Questo report, denominato SaFAD (Safety First for Automated Driving), fornirebbe un quadro di riferimento quindi non vincolante al cui interno sono esplicate quali siano le corrette fasi di progettazione, sviluppo e collaudo di una sicura vettura con guida autonoma.

Un obiettivo comune

Partendo proprio dalla progettazione e passando poi allo sviluppo fino alle fasi di verifica, validazione e collaudo, il white paper mette in piena luce tutta la volontà degli autori di porre l'accento sulla sicurezza delle auto a guida autonoma per trasporto passeggeri in ogni sua fase. Un compendio capace di decretare uno standard comune da seguire per la realizzazione di vetture capaci di offrire una guida autonoma di Livello 3 e 4 (secondo gli standard SAE). Un vero e proprio prontuario della guida autonoma che, basato su 12 principi, spiega come questo genere di veicoli, grazie a telecamere e sofisticati sistemi di guida, possa garantire più sicurezza rispetto al conducente medio. Non è, infatti, un segreto che circa la quasi totalità degli incidenti stradali, gravi e non, siano causati almeno in parte da esseri umani per un loro errore o loro distrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News