a cura di Redazione Automobilismo - 24 aprile 2019

Auto a gas metano o a Gpl? Quale conviene di più?

La scelta è spesso dettata esclusivamente da ragioni economiche ma vi sono altri importanti aspetti da tenere in considerazione.
1/5
Le auto a gas metano o a Gpl (gas di petrolio liquefatti) sono da sempre considerati un'ottima alternativa alle normali alimentazioni benzina e diesel sopratutto per la loro minore spesa dal punto di vista chilometrico. In questo periodo poi di forte transizione tra gli attuali motori endotermici e i futuri motori a zero o a bassissime emissioni (elettrici, ibridi ed ibridi plug-in) queste due tipologie di alimentazione sono tornate ancor più alla ribalta anche per la loro minore emissione di sostanze nocive allo scarico. Ma volendo scegliere una vettura a gas, quale poterebbe essere la scelta migliore? A gas metano o a Gpl? Cerchiamo di capirlo insieme.

1 di 4
Partiamo in primis da come sono fatte le due tipologie di impianti. Il gas metano viene stoccato in forma gassosa all'interno di robusti recipienti ad una pressione di circa 200 bar. Per questo motivo nell'ultimo periodo le bombole di gas metano hanno iniziato ad essere prodotte in materiale composito così da garantire elevati valori di resistenza contenendo allo stesso tempo il peso totale. Il Gpl, invece, viene immagazzinato in forma liquida all'interno di meno robusti serbatoi ad una pressione di circa 5 bar. Questi serbatoi però, al contrario di quelli di metano, non vengono riempiti al 100% ma solo al 80% così da permettere al Gpl di variare di stato, scaldandosi, e di espandersi senza compromettere la stabilità della bombola stessa. Entrambe le tipologie di recipienti sono dotati di tre valvole di sicurezza che scongiurano il rischio di esplosione. Va, inoltre, tenuto in considerazione che i serbatoi di metano vanno fatti controllare ogni quattro anni o ogni due se questi sono fatti di materiale composito mentre i serbatoi del Gpl vanno totalmente sostituiti ogni dieci anni.
Quasi del tutto azzerato, invece, il problema della maggiore manutenzione del motore perché tutti i nuovi motori che escono già dalla fabbrica con impianti a metano o a Gpl hanno sedi valvole rinforzate e particolari accorgimenti meccanici che mettono al riparo da possibili guasti, da un'usura precoce e da una manutenzione più frequente. Stesso discorso anche per il livello prestazionale con i motori sia Gpl che metano che non pagano più un così elevato gap prestazionale rispetto ai propulsori benzina sopratutto se si scelgono delle moderne motorizzazioni sovralimentate.
Proseguiamo parlando di possibilità di rifornimento e di utilizzo in luoghi particolari. Guardando allo scenario italiano è innegabile il maggior numero di postazioni di rifornimento nel caso del Gpl, un pò meno capillare, invece, la rete di rifornimento del gas metano ma per entrambe con una maggiore diffusione nel nord Italia. Certo è che permane almeno per ora ancora l'impossibilità del rifornimento self-service per entrambi mentre non va dimenticato che al Gpl è consentito il posteggio nei parcheggi sotterranei solo al primo paino perla non volatilità del gas di petrolio liquefatto quando, invece, al gas metano non viene attuata nessuna limitazione perché il metano è molto più volatile.
Chiudiamo parlando di reali spese in fatto di rifornimento. E' innegabile che sia il prezzo del gas metano che quello del Gpl siano più bassi del prezzo della comune benzina verde. Non va però dimenticato che il prezzo alla colonnina del Gpl è in euro/litro mentre quello del metano è in euro/kilogrammo. Tolto però il prezzo del rifornimento siete così sicuri che durante l'utilizzo si abbia veramente tutto questo gran risparmio? Per stabilirlo va considerato il contenuto energetico dei diversi carburanti: il Gpl ha un contento energetico inferiore rispetto alla benzina mentre il gas metano ha un contenuto energetico superiore. Tirando però le somme finali si scopre come entrambi i carburanti (Gpl e gas metano) garantiscono un certo risparmio (circa 50%) rispetto alla benzina (maggiore con il metano e minore con il Gpl). Risparmio che servirà in primis ad ammortizzare il maggior costo di acquisto di una vettura a metano o a gpl rispetto a un'equivalente benzina.
© RIPRODUZIONE RISERVATA