a cura di Redazione Automobilismo - 05 ottobre 2019

Audi RS 4 Avant restyling: la wagon si rifà il trucco

Spinta dallo stesso motore da 2,9 litri V6 biturbo benzina capace di erogare ben 450 CV e 600 Nm, la nuova Audi RS 4 Avant porta in dote un frontale inedito e una ventata di freschezza per l’intera silhouette

1/29

Come normalmente avviene su tutti i modelli, dopo aver aggiornato la variante “normale” e quelle prestazionali, la Casa dei Quattro Anelli ha deciso di rifare il trucco anche alla sua versione più “pepata” della A4. Stiamo parlando della Audi RS 4 Avant restyling, che sarà disponibile nelle concessionarie italiane a partire da dicembre 2019.

1 di 4

Le novità maggiori, come dicevamo, hanno interessato l’aspetto estetico con una certa predilezione per il frontale della vettura. La nuova silhouette trova una forte ispirazione dal design che caratterizza le ultime RS 6 Avant e RS 7 Sportback. Nello specifico all’anteriore troviamo ora una mascherina più schiacciata ed imponente, nuovi proiettori full led e nuove prese d’aria a rendere il frontale ancora più imponente e minaccioso. Al retrotreno, invece, trovano posto nuovi proiettori a led e mastodontici terminali di scarico ovali incastonati nel paraurti. Chiudono il pacchetto di novità gli innovativi cerchi in lega da 19 pollici che possono essere persino sostituiti con cerchi da 20 pollici (optional).

Negli interni troviamo le stesse novità già viste sull’ultima Audi A4. Ci riferiamo per l’appunto allo schermo touch da 10,1 pollici incastonato nella console centrale, al rinnovato sistema multimediale MMI, alle funzionalità tipo Car-to-X e all’introduzione dei comandi vocali. Non poteva mancare, infine, l’ampliamento delle modalità di guida con l’introduzione dei programmi RS1 e RS2, specifici per le vetture della gamma RS.

1/4

Nessuna novità, invece, per quel che concerne il cuore pulsante sotto il cofano. La Casa di Ingolstadt ha deciso di utilizzare lo stesso 2,9 litri V6 biturbo benzina da ben 450 CV e 600 Nm fra 1.800 e 5.000 giri/min che viene utilizzato su altre vetture del Gruppo tedesco. Un’unità prestazionale e robusta che è capace di far archiviare alla familiare tedesca lo 0 - 100 km/h in soli 4,1 secondi e di farle raggiungere una velocità massima autolimitata a 250 km/h o 280 km/h.

Ad affiancare il poderoso motore troveremo l’ormai ben noto cambio automatico Tiptronic, un convertitore di coppia con 8 rapporti, e la trazione integrale permanente Quattro che in condizioni normali ripartisce la coppia per il 60% al posteriore e per il restante 40% all’anteriore. In condizioni di perdita di aderenza o di guida estrema l differenziale centrale può variare questa ripartizione fino al 15:85 oppure fino al 70:30. Chiuderanno il cerchio le sospensioni adattive con assetto sportivo regolabile e lo sterzo ad assistenza variabile con regolazione RS.

1/29
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime