PRIMO CONTATTO: AUDI Q4 E-TRON

Il nuovo modello di ingresso alla gamma elettrica della Casa tedesca è una Sport utility molto curata nel design e vanta una dotazione hi-tech non comune nella sua classe. Lunga poco più di una Q3, offre un’abitabilità degna di una Q7 e lo spazio per i bagagli di una Q5. Su strada non delude grazie a un assetto che garantisce un’apprezzabile precisione nei cambi di direzione, agilità sul misto e....

1/10

Viaggiare in elettrico, in modalità solo elettrica, sia in montagna sia in autostrada e anche in città e su tracciati sterrati o non asfaltati dove solo i classici fuoristrada riescono a disimpegnarsi. Tutto ciò senza mai il timore di restare a secco perché la batteria non supporta tutta questa mobilità.

E pensare che alla guida della nuova Audi Q4 e-tron 50 – equipaggiata di trazione integrale e due motori elettrici montati sui due assali – di strada ne abbiamo fatta non poca: oltre 350 km da Verona a Rovereto, per salire poi verso Pinzolo per raggiungere i boschi della Vallesinella e proseguire fino ai 1.750 metri del Rifugio Paradiso, da cui è possibile ammirare le Dolomiti di Brenta.

Poi il ritorno con la discesa a Riva del Garda e raggiungere l’autostrada per raggiungere Verona. Con oltre il 40% di batteria ancora disponibile. L'auto elettrica semmai suscita altre preoccupazioni e in particolare la carenza di infrastrutture di ricarica pubbliche mentre le case automobilistiche, Audi e tutte le altre, e i gestori di energia come Enel X (ma anche Engie e altri) sembrano più avanti e mai come oggi sono impegnati a dimostrare come la mobilità elettrica sia oggi pienamente fruibile, dal cliente privato come quello business, mentre di stazioni di ricarica pubbliche non ce n'è a sufficienza e la distribuzione non è ancora uniforme su tutto il territorio nazionale.

Torniamo però al primo test della nuova Audi Q4 e-tron, partendo dal design che è già ottimizzato per la guida in elettrico. Le prese d'aria adattive, i sottoscocca carenati, lo spoiler in 3D davanti alle ruote anteriori ottimizzano l'efficienza aerodinamica, sottolineata dal Cx di 0,28.

Non resta allora che partire, apprezzando subito il baricentro basso di questa nuova Audi, che tra l’altro mette a disposizione tre tipi di assetto diversi e l’agilità con cui si destreggia anche nelle curve più strette. Per pianificare l'itinerario è utile affidarsi all'app MyAudi, perché tiene conto anche dell'autonomia residua delle batterie e con aggiornamenti real live sul traffico (oltre che dello stile di guida). In Audi la chiamano “efficienza predittiva” e alla prova dei fatti è una garanzia di sicurezza sull'affidabilità delle batterie.

A disposizione ci sono 5 programmi di marcia che intervengono sulla taratura delle sospensioni e dello sterzo nonché sulla ripartizione della trazione fra le quattro ruote motrici. Il powertrain ha un'erogazione variabile della potenza (i due motori elettrici erogano fino a 299 Cv e 460 Nm di coppia), e la versione 50 ha una velocità massima autolimitata di 180 km/h (160 le versioni a trazione posteriore), con accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi.

Nel tratto di ritorno in discesa la Q4 e-tron ha aumentato l’autonomia grazie alla modalità coasting e alla grande capacità rigenerativa in frenata (per la prima volta su 3 livelli) in grado di far recuperare circa 200 km. Al volante la Q4 e-tron 50 è un’Audi al 100%, solo più tecnologica: a bordo debuttano lo schermo centrale touch da 11.6” (il più grande mai montato su un’Audi), l’head-up display con realtà aumentata, il nuovo volante e una progettazione degli spazi estremamente razionale.

Nuova Q4 e-tron, inoltre, è la prima Audi che si avvale del sistema audio premium Sonos: dieci altoparlanti ad alte prestazioni che trasformano la musica in un’esperienza coinvolgente. Insieme ai bassi profondi, la riproduzione nitida del suono fa sì che i toni alti e bassi possano essere sperimentati nella loro piena intensità.

Lunga 4,59 metri, quindi poco più di una Q3, Q4 e-tron abbina lo spazio interno del maxi suv Q7 (lungo oltre 5 metri), alla capacità di carico di una Q5. Passando ai prezzi si parte da 45.700 euro (incentivi esclusi) per la versione 35 da 170 Cv 2WD, mentre la versione provata è offerta a partire da 62.100 euro. Interessante la formula Audi Value noleggio: a fronte di un canone di 500 euro (499 per la precisione e 10.150 euro di anticipo) si potrà guidare per 36 mesi/45 mila km la Q4 40 e-tron 204 Cv Business offerta con un pacchetto di servizi tutto compreso tra cui manutenzione ordinaria e straordinaria, ricarica domestica con wall box Enel X, accesso gratuito per 12 mesi al servizio Audi e-tron Charging Service e assistente personale.

Gratificante l’erogazione istantanea dei 460 Nm di coppia, che assicurano ripartenze vigorose. Il livello di sicurezza percepito è molto elevato, anche grazie ai numerosi sistemi di assistenza alla guida, tutti di ultima generazione e tutti molto ben calibrati.

Senza lasciarsi distrarre ulteriormente, l’autonomia è stata la vera protagonista della prova: per dimostrare che anche un’auto elettrica, con quasi 300 cavalli, è in grado di accompagnare per un viaggio anche lungo senza necessità di rifornimento. Il computer di bordo ha segnato al suo massimo 402 km di percorrenza disponibile, e al suo minimo 75 km. Il percorso è stato effettivamente superato senza alcuna sosta per la ricarica. Un risultato davvero notevole che conferma la qualità tecnica delle automobili elettriche di ultima generazione.

1/24

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA