a cura di Redazione Automobilismo - 01 giugno 2019

Audi: la TT diventa elettrica mentre la R8 scompare

La supercar dei Quattro Anelli esce di produzione mentre la famosa coupé di Ingolstadt arriverà in versione esclusivamente elettrica.

1/5

Non c’è niente da fare, le sempre maggiori limitazioni alla circolazione, i limiti sempre più stringenti sulle emissioni, la continua demonizzazione dei motori endotermici e il partito preso della maggior parte delle istituzioni, che considerano ormai la mobilità elettrica come l’unica e vera soluzione alla riduzione dell’inquinamento che attanaglia il nostro pianeta, sta spingendo molti costruttori automobilistici a dover correre ai ripari, rivedendo completamente i propri piani di sviluppo futuri.

1 di 2

Uno di questi Brand è sicuramente Audi che, con buona pace della maggior parte degli appassionati di motori ad alte prestazioni, ha deciso di puntare fortemente sull’elettrico, puntando a realizzare circa il 40% delle sue vendite attraverso le nuove tecnologie. E a ben vedere le ultime indiscrezioni che ci sono giunte in rete non possiamo che credere a queste affermazioni. Il Brand di Ingolstadt ha, infatti, deciso di cessare la produzione della TT, così come oggi noi la conosciamo, per costruirne una nuova versione che verrà però commercializzata unicamente con un motore elettrico a batteria.

Discorso simile per la supercar Audi R8 che nel breve periodo vedrà la fine del suo ciclo vita e la scomparsa dai listini del Marchio dei Quattro Anelli. Rimaniamo comunque speranzosi che anche per questo modello vi sia almeno una rivisitazione in chiave elettrica piuttosto che una vera e propria dipartita perché sarebbe un vero e proprio peccato. Per ora però non ci sono ancora notizie certe a riguardo. Due decisioni pesanti che più che il cuore e l’emozione seguono il profitto, i volumi e il risultato aziendale. Dopotutto le vetture a combustione a causa delle sempre più restrittive normative sulle emissioni stanno diventando sempre più costose nel medio termine al contrario delle elettriche. E’ normale quindi che i primi a farne le spese o ad adattarsi al cambiamento sono inevitabilmente i modelli che vendono meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA