a cura di Redazione Automobilismo - 31 ottobre 2019

Audi A1 Citycarver: per quei 5 centimetri in più

Più alta da terra e con dettagli che la avvicinano alla famiglia Q e Allroad, la nuova Audi A1 Sportback ha protezioni antigraffio per la carrozzeria per uscire dalla città e per esplorare nuovi terreni.

1/16

1 di 5

A un anno dal lancio della seconda generazione di Audi A1 Sportback, la Casa di Ingolstadt presenta la A1 Citycarver, una crossover "in miniatura". Lunga 4,05 metri, la piccola all-terrain è più alta di 5 cm rispetto alla A1 Sportback con cui condivide il pianale, risultato ottenuto grazie a sospensioni con escursione maggiorata di 35 mm e pneumatici dalla spalla più generosa, quest'ultimi incastonati in passaruota più marcati. Nonostante l'aspetto da crossover, la trazione rimane anteriore e non integrale Quattro (la piattaforma Mqb A0 non è compatibile col 4x4).

Il look è decisamente caratterizzato da richiami off-road: la griglia ottagonale a nido d'ape single frame è un forte richiamo alle sorelle maggiori Q, mentre i paracolpi anteriori e posteriori rifiniti in color argento si rifanno alle Allroad; due marcate scanalature alla base del cofano differenziano la A1 Citycarver dalla Sportback; le minigonne sono verniciate a contrasto mentre, nella zona posteriore, il paraurti è caratterizzato da due aperture esagonali da entrambi i lati e non mancano protezioni antigraffio su fascioni e passaruota che, se da un lato le donano un bel tocco offroad, dall’altro le permettono di affrontare senza stress percorsi non troppo impegnativi lontano dalla giungla urbana.

Gli interni rimangono pressochè identici a quelli della A1 Sportback, le uniche differenze sono in termini di colorazioni e cuciture a contrasto; invariato quindi il sistema MMI Touch. Il discorso vale per le dotazioni di serie (come il sistema Audi Pre Sense) e optional, tra quest'ultime troviamo i gruppi ottici full LED con indicatore di direzione dinamico, la strumentazione digitale da 10,25 pollici (Audi Virtual Cockpit), lo schermo touch dell'infotainment da 10,1 pollici nella consolle e l'assetto regolabile Citycarver. Con questa dotazione, la vettura diviene ancor più agile e reattiva. Il pacchetto, a richiesta, include i dischi freno con pinze verniciate in rosso, il sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select, il sound generator e gli ammortizzatori regolabili. L’Audi drive select, nel dettaglio, prevede 4 programmi di guida – auto, dynamic, efficiency e individual – ed è offerto anche quale optional a sé stante.

I sistemi d’infotainment e assistenza alla guida, che includono l’assistente adattivo alla velocità e l’ausilio al parcheggio, derivano dai modelli Audi di categoria superiore, così da rendere A1 citycarver “nativa digitale”. Immancabili Apple CarPlay e Google Android Auto (di serie per versione Admired) e i servizi Audi connect e app gratuita myAudi. A richiesta, impianto audio Bang & Olufsen con suono tridimensionale da 560 Watt.

Lunga 4,05 metri e larga 1,76 m, Audi A1 citycarver è simile nelle dimensioni ad A1 Sportback, rispetto alla quale cresce in lunghezza di 1,7 cm e in larghezza di 1,6 cm. L'abitabilità a bordo è generosa con una capacità di carico di 335 litri con 5 persone a bordo o da 1.090 litri, abbattendo il divanetto posteriore frazionabile di serie nella configurazione 40:60. Sfrutta la piattaforma modulare del Gruppo Volkswagen MQB A0 che prevede la collocazione anteriore trasversale del propulsore ma si avvale di una altezza da terra superiore di 5 cm che favorisce l’accessibilità e la posizione di guida dominante con una luce dal suolo di 15,3 cm.

1/16

Analogamente ad A1 Sportback, sono disponibili efficienti propulsori TFSI con potenze da 95 a 150 CV. Fin da subito però si potrà optare per due declinazioni della stessa motorizzazione, il 1.0 TFSI da 95 e 175 Nm o 116 CV e 200 Nm, la prima con cambio manuale a 5 rapporti e la seconda con manuale a 6 rapporti o doppia frizione a 7 rapporti. La 25 TFSI scatta da 0 a 100 km/h in 10,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 187 km/h a fronte di consumi nel ciclo combinato di 5,9-6,0 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di 133-136 grammi/km di CO2. Con la 30 TFSI, invece, il passaggio da 0 a 100 km/h avviene in 9,4 secondi, la vettura tocca i 198 km/h e consumi ed emissioni si attestano, rispettivamente, a 6,4-6,7 litri/100 km e 145-152 g/km di CO2. Nel corso del primo trimestre del 2020 debutterà la variante (35) TFSI, un 1.5 litri 4 cilindri turbo benzina da 150 CV con disattivazione di due dei quattro cilindri ai carichi bassi e parziali (COD).

Al lancio, Audi propone il pacchetto Edition One caratterizzato dalle colorazioni grigio zinco e arancio pulse con cerchi in lega da 18”. Le cornici delle prese d’aria, la griglia frontale, gli anelli Audi in corrispondenza del single frame e le scritte posteriori sono in nero. Ai gruppi ottici oscurati si accompagnano tetto e calotte dei retrovisori laterali a contrasto. Le decal con il logo edition one lungo le fiancate sono color argento. L’esclusivo equipaggiamento interno riprende il pack S line, arricchito da finiture in arancio o grigio. Disponibile negli allestimenti Base e Admired (+900 euro), quest'ultima particolarmente ricca, la urban crossover di segmento B ha prezzi che, al netto di eventuali sconti, partono da 23.950 euro per la versione 1.0 (25) TFSI da 95 CV e 175 Nm e da 24.700 euro per la variante 1.0 (30) TFSI da 116 CV, e 200 Nm, che diventano 26.550 euro optando per la trasmissione S tronic.

1/16
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime