a cura di Redazione Automobilismo - 07 gennaio 2019

ASI: bollo dimezzato per le ventennali

Dal prossimo anno tutti gli autoveicoli di età compresa tra i 20 e i 29 anni saranno soggetti al pagamento di una tassa di possesso ridotta del 50%.

Con comunicato inequivocabile l’ASI ha espresso tutta la sua soddisfazione nell’annunciare il risultato ottenuto con la nuova manovra del Governo. La Camera dei Deputati ha, infatti, approvato il testo dell’emendamento presentato da alcuni Parlamentari dei partiti di maggioranza, riguardante il pagamento del bollo dei veicoli ventennali di interesse storico.

Grazie a questa decisione dal prossimo anno tutti gli autoveicoli di età compresa tra i 20 e i 29 anni continueranno ad essere soggetti al pagamento della tassa di possesso, ma non più per intero bensì con la riduzione del 50%. Tale beneficio sarà applicato indistintamente a tutti i veicoli a condizione che siano stati riconosciuti di rilevanza storica (tramite il CRS rilasciato da Asi, FMI e Registri di Marca) e che tale riconoscimento sia annotato sulla carta di circolazione. Ribadiamo quindi che per godere di questo bollo dimezzato bisogna fornire il proprio veicolo del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica dai vari registri storici, con costi che variano da registro a registro e da club a club, e aggiornare la carta di circolazione con una spesa aggiuntiva di circa 25 euro.

Rimangono però alcune perplessità: basteranno i circa 2 milioni di euro che il Governo ha stazionato a coprire almeno le 185.000 auto ad oggi iscritte all’albo? E come andrà a finire in quelle regioni, come Lombardia ed Emilia Romagna, dove già ad oggi le auto storiche sono completamente esentate dal pagamento del bollo auto? Non ci resta che attendere maggiori chiarimenti in merito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime