a cura di Redazione Automobilismo - 12 settembre 2018

RCA: l’auto va assicurata anche se inutilizzata

L’obbligo di assicurare l’automobile non scade finché il mezzo è immatricolato e idoneo a circolare anche se completamente inutilizzato.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/3

    A stabilirlo è stata niente popò di meno che la Corte di Giustizia dell’Unione Europea per rispondere a un caso un po' particolare avvenuto in Portogallo. Secondo quanto dichiarato dalla suprema corte la RCA rimane obbligatoria anche se l'automobile viene tenuta ferma in territorio privato ma è ancora idonea a circolare e per questo è ancora inserita nel registro nazionale delle immatricolazioni.

    Quindi se il proprietario decidesse di non utilizzare più la propria auto dovrà comunque continuare a pagare la RC Auto nonostante questo veicolo sia stato posizionato in garage, su un terreno, entro il recinto di casa, in un parcheggio gratuito oppure a lato della strada. Per non cadere insomma in infrazione si dovrà provvedere al pagamento della RCA oppure alla eliminazione della vettura dai pubblici registri o ancora alla completa vendita del mezzo a un altro soggetto fisico. Rimane, invece, valida la sospensione temporanea (per un periodo limitato) della polizza previo accordo con la compagnia assicurativa.

    Una fatalità inaspettata

    Ma cosa spinto la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ad esprimersi in questa maniera precisando questa lacunosa norma? Semplice, un incidente particolare in Portogallo. Una donna aveva deciso di non assicurare più il proprio veicolo, in quanto non più utilizzato, e di posteggiarlo su un terreno all’interno della sua proprietà. Purtroppo però il figlio della suddetta donna nei giorni successivi a deciso di prendere la macchina per utilizzarla a completa insaputa della madre. Una volta uscito in strada il figlio ha provocato un incidente mortale con tre vittime, tra le quali il figlio stesso della donna. Visto che il veicolo non era coperto da contratto di Responsabilità Civile, il fondo di garanzia del Portogallo è dovuto intervenire per risarcire i parenti delle vittime ma si è poi rivalso sulla donna, proprietaria dell’auto, e ha ottenuto il risarcimento in quanto la vettura era ancora in grado di circolare ma priva di assicurazione.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime