a cura di Redazione Automobilismo - 12 gennaio 2019

Crash test 2018: quali sono le più sicure?

Secondo i dati dei test Euro NCAP 2018 le più sicure sul mercato sarebbero la Mercedes Classe A, la Lexus ES e la Hyundai Nexo.
1/5
Come ogni anno l'Euro NCAP ha stilato la classifica delle auto più sicure secondo i suoi severissimi test. Prove che naturalmente, come è giusto che sia, di anno in anno vengono rese sempre più difficili e ostiche dall'introduzione di nuove prove e dalla presa in considerazione di nuovi parametri. Basti pensare, infatti, che, se fino a qualche anno fa non venivano testati i sistemi di sicurezza attiva e passiva, oggi per poter risultare ai primi posti una vettura non può esimersi dall'avere questi importanti e utilissimi ausili alla guida.

Chi sorride e chi piange

Ma andiamo con calma. Per l'anno 2018, appena conclusosi, il famoso ed esperto Ente di prova ha decretato che Mercedes Classe A, Lexus ES e Hyundai Nexo sono le auto più sicure sul mercato. Nello specifico la compatta della Stella è risultata best in class 2018 tra le piccole, la Lexus la migliore sia tra le grandi famigliari che tra le auto ibride ed elettriche mentre la Hyundai ha eccelso tra le grandi SUV. Molto male, invece, Fiat Panda e Jeep Wrangler che hanno raggiunto rispettivamente il punteggio di 0 e 1 stella. L’organizzazione europea che valuta la sicurezza dell’automobile ha, infatti, decretato questo pesante giudizio negativo sull'auto preferita dagli italiani, almeno stando ai dati di vendita, in quanto i risultati emersi dalle prove e dalle valutazioni sull’equipaggiamento di sicurezza presente di serie hanno fatto emergere tutte le criticità sia della citycar più amata dagli italiani che della fuoristrada americana per eccellenza. Certo per entrambe il risultato va filtrato tenendo in considerazione l’avvento del nuovo regolamento dell’ente europeo, un capitolato nettamente più severo che prende in considerazione anche tutti i nuovi sistemi di sicurezza attiva e passiva presenti di serie.

Norme più severe

Secondo il nuovo regolamento, infatti, per definire il modello Best in Class, si calcola la somma pesata dei punti per ciascuna delle quattro aree di valutazione: sicurezza adulti, sicurezza bambini, sicurezza pedoni e Safety Assist. Questa somma viene poi usata come base per il confronto tra i veicoli. I veicoli testati vengono valutati naturalmente con il solo equipaggiamento di sicurezza di serie ed è questo a definire il punteggio che gli permetterà o meno di entrare tra le Best in Class. Non vengono, invece, considerati gli equipaggiamenti opzionali. E' chiaro, come dicevamo, che ogni hanno i criteri diventino sempre più severi e numerosi e questo non consente quindi un confronto tra vetture di annate diverse. Basti pensare, infatti, che nel 2018 sono state introdotte nuove prove per i sistemi di frenata autonoma di emergenza a basse velocità, che valutano ora anche il rilevamento di pedoni e ciclisti e il funzionamento in scenari notturni, e nuovi test per i sistemi di mantenimento corsia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News